Almeno la patch mensile per il Huawei P20 Lite, l’aggiornamento 180 è servito

Pacchetto software esiguo ma pure importante ora in distribuzione in Italia per i modelli no brand

23
CONDIVISIONI

Lo so, tutti i proprietari del Huawei P20 Lite aspettano con ansia l’aggiornamento EMUI 9 ma non bisognerebbe neanche perdere di vista gli update mensili, pure importanti per il telefono perché lo mettono in sicurezza da pericoli di varia natura. Ebbene, dopo una lunga pausa per il supporto software al telefono, possiamo dare per certa la distribuzione del firmware 180.

La prima cosa da dire è che l’adeguamento ora di scena è dedicato solo ai dispositivi no brand e non certo ai modelli serigrafati, sempre un passo indietro per gli ultimi rilasci. Il pacchetto attuale per il P20 Lite inizia ad essere notificato sui dispositivi italiani in queste ore, attraverso il classico alert via OTA. Il peso totale è abbastanza esiguo ossia 137 MB il che lascia presagire il contenuto della release. In effetti questa contiene soltanto la patch di sicurezza del mese di aprile e null’altro (quella di maggio naturalmente prenderà altro tempo ancora). Nel changelog degli sviluppatori non c’è alcun accenno a funzioni introdotte e a dire la verità neanche ad ottimizzazioni di rilievo per il sistema. Insomma chiunque effettuerà l’upgrade protagonista di questo approfondimento dovrà aspettarsi soltanto di ottenere un device più protetto da determinate vulnerabilità ma non dovrà invece aspettarsi miglioramenti di sorta, magari per l’autonomia del telefono, per la sua fluidità ma neanche altro.

L’update 180 per il Huawei P20 Lite resta dunque un aggiornamento utile e da fare in ottica sicurezza ma ben altra cosa sarà invece EMUI 9 a bordo del telefono, in quel caso un vero stravolgimento per l’introduzione di Android 9 Pie e della nuova interfaccia proprietaria successiva all’attuale EMUI 8, di cui invece ora usufruisce il telefono.  Come raccontato anche nella giornata di ieri, il rilascio corposo dovrebbe avvenire nel mese di giugno ma il condizionale è dobbligo visto il già importante ritardo accumulato sulla tabella di marcia. Staremo a vedere.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.