All’ultimo sangue ASUS Zenfone 6 vs OnePlus 7 Pro: il migliore top di gamma

Un confronto accurato per inquadrare al meglio l'ASUS Zenfone 6 ed il OnePlus 7 Pro

35
CONDIVISIONI

I due ultimi top di gamma presentati rispondono ai nomi di ASUS Zenfone 6 e OnePlus 7 Pro, che, in un modo o nell’altro, aggiungono qualcosa di proprio alle proposte attuali. Ci ha molto impressionato il nuovo flagship del brand taiwanese, che ha cercato di fare innovazione, esattamente come, anche se in modi diversi, nel caso di OnePlus.

DESIGN
Flip Camera contro Pop-Up: in sostanza sono questi i cavalli di battaglia dei rispettivi portabandiera. Il primo device presenta un corpo in alluminio molto ben assemblato, ed un rapporto screen-to-body del 92%, figlio di un lavoro di ottimizzazione svolto all’insegna della continuità, non presentando il display di ASUS Zenfone 6 alcun elemento di interruzione, proprio grazie al meccanismo di ribaltamento della fotocamera, in pratica motorizzato. Non si può dir nulla nemmeno al carrellino a scomparsa che contraddistingue il OnePlus 7 Pro, che a modo suo fa anch’esso tendenza. Le dimensioni generali dei rispettivi device sono di 159,1 x 75,44 x 9,2 mm (peso di 190 gr.) per il taiwanese, e di 162,6 x 75,9 x 8,8 mm (peso di 210 gr.) per il cinese.

DISPLAY
Una lotta che potrebbe vincere, su questo fronte, il OnePlus 7 Pro, se non altro per la tecnologia utilizzata: pannello Fluid AMOLED da 6.67 pollici con risoluzione di 3120 x 1440 pixel (frequenza di refresh massima di 90Hz). Non si difende male l’ASUS Zenfone 6, che vanta un display IPS da 6.4 pollici FHD+ con rapporto di forma di 19.5:9, rivestito da Gorilla Glass 6.

HARDWARE
In questo caso lo scontro termina in pareggio, adottando entrambi gli smartphone lo stesso bagaglio tecnico (a fare la differenza sono le configurazioni): processore Snapdragon 855, 6GB di RAM e 64GB di storage per il modello base del taiwanese (disponibile anche nelle versione da 6/128GB e 8G/256GB); stesso SoC per la controparte OnePlus, acquistabile nei modelli 6/128GB, 8/256GB e 12/256GB. Lo spazio di archiviazione è espandibile per tutti e due gli smartphone.

FOTOCAMERA
Sono due i sensori dell’ASUS Zenfone 6, che fungono sia da comparto posteriore che anteriore per via del meccanismo rotante con cui è stato concepito (che può essere disposto in ogni angolazione, essendo realizzato in metallo liquido, affinché garantisca resistenza e versatilità di utilizzo). Il sensore principale corrisponde al Sony IMX586 da 48MP, mentre il grandangolo risulta essere di 13MP (125°, con effetto di correzione della distorsione). Sono tre, invece, i sensori che compongono la fotocamera posteriore del OnePlus 7 Pro: sensore primario Sony IMX586 da 48MP, grandangolo da 16MP e teleobiettivo da 8MP. La fototocamera frontale, contenuta nell’apposito pop-up a scorrimento, vanta un sensore singolo Sony IMX471 da 16MP.

BATTERIA
L’ASUS Zenfone 6 è stato contruito con l’intenzione di uccidere l’ansia di restare a secco di batteria, cosa in cui potrebbe riuscire tranquillamente, essendo dotato di un’unità da 5000mAh, con supporto alla ricarica rapida a 18W (il caricatore è incluso nella confezione di vendita). Il OnePlus 7 Pro, in questo senso, non può che soccombere, fermandosi ad una batteria di 4000mAh, seppur compatibile con il sistema di ricarica rapida Warp Charge 5V/6A.

ALTRO
Premesso che nessuno dei due gode della certificazione IP68 contro acqua e polvere, l’ASUS Zenfone 6 include una luce di notifica LED, il jack per le cuffie da 3.5m, un doppio speaker stereo ed un doppio microfono di riduzione rumore, mantenendo però il lettore di impronte digitali sul lato posteriore, cosa che a qualcuno non è piaciuta. Il OnePlus 7 Pro prevede la compatibilità con le reti 5G (relativamente ad un modello dedicato) ed include il lettore di impronte digitali sotto lo schermo. Per il resto, tutto pari: USB-C 3.1, Wi-Fi AC, NFC, DualSIM e Bluetooth 5.0.

SOFTWARE E PREZZO
Il top di gamma taiwanese, disponibile nelle colorazioni Midnight Black e Twilight Silver ed equipaggiato con Android 9.0 Pie e ZenUI 6, costerà 499, 559 e 599 euro, rispettivamente per le versioni 6/64GB, 6/128GB, 8/256GB (dal 25 maggio anche nei negozi ASUS Gold Store e presso i punti vendita Unieuro). Il OnePlus 7 Pro si sposa con Android 9.0 Pie con OxygenOS 9.5, con disponibilità nelle nuance cromatiche Mirror Grey, Almond e Nebula Blue (che variano sulla base della configurazione scelta): il prezzo del device è di 709, 759 e 829 euro, nelle configurazioni 6/128GB, 8/256GB e 12/256GB (le vendite partiranno il prossimo 21 giugno).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.