Heather Locklear torna in rehab per i suoi problemi con l’alcol: “Questo sta distruggendo la sua famiglia”

Heather Locklear torna in rehab per via della sua dipendenza dall'alcol, dalle pillole e per la sua depressione

7
CONDIVISIONI

I problemi per Heather Locklear continuano nonostante i suoi tentativi di recupero e di stop a quelle che sono le sue dipendenze. Oggi si torna a parlare di lei e non perché si può dire che l’attrice sia sulla via della guarigione ma perché è tornata in rehab proprio come è successo 4 mesi fa perché è tornata a bere e i suoi fantasmi sono tornati all’attacco.

L’amata Amanda Woodward di Melrose Place non sta vivendo un momento facile e nonostante le sue continue richieste d’aiuto sembra proprio che nessuno sia ancora riuscito in questo intento tanto che si chiede a gran voce che qualcuno si occupi di lei visto che i genitori, gli unici ad avere diritti legali in merito alle sue scelte, sono ormai un po’ anziani per farlo.

L’attrice alla soglia dei 60 anni è tornata in una struttura ospedaliera dove ormai vive da un paio di settimane secondo quanto rivela People che riporta una fonte anonima e scrive:

“Tornò nel posto in cui era andata prima di Natale. È partita per tre giorni prima di Natale e non è più tornata. Il problema di Heather è che non prende sul serio nulla. Stava continuando a bere e questo sta distruggendo la sua famiglia mettendo a dura prova anche la figlia di 21 anni Ava. Il suo problema sono l’alcol, le pillole e la sua salute mentale. Non vuole che nessuno la ritenga responsabile. Non ha lavoro, niente per tenerla impegnata”.

Tutti sono comunque fiduciosi che questa volta sarà diverso per l’attrice perché sta tornando a vivere qualcosa che conosce già molto bene visto che è stata in riabilitazione più di 20 volte ma niente sembra aver funzionato per lei. Come andrà a finire questa volta per lei? Nei mesi scorsi lei stessa era tornata in rehab dopo aver annunciato il suicidio. La soluzione potrebbe non essere dietro l’angolo e a quel punto l’affetto dei fan potrebbe non bastare.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.