Star Wars incontra Game of Thrones in un nuovo film top secret

I due sceneggiatori di Game of Thrones dirigeranno il primo film di una nuova trilogia, nei cinema dal 2022.

Due delle più grandi saghe del mondo del cinema e delle serie tv, Star Wars e Game of Thrones, si incontreranno in un nuovo progetto cinematografico ancora top secret. A rivelarlo è stato il CEO della Disney, Bob Iger, in una recente intervista in cui ha parlato del futuro di Guerre Stellari, ormai arrivato al termine anche dell’ultima trilogia approdata nei cinema nel 2015, e che proprio nel 2019 avrà la sua fine con Star Wars: the Rise of Skywalker.

Durante l’intervista Bob Iger ha anche dato qualche dettaglio su come avverrà la fusione tra queste due saghe colossali, lasciando però ancora molti punti oscuri, di cui forse sapremo qualcosa al termine della stagione conclusiva di Il Trono di Spade. L’ unione tra Star WarsGame of Thrones avverrà infatti grazie alla presenza dei due sceneggiatori della seria tv fantasy tratta dai romanzi di George R.R. Martin, David Benioff e D.B. Weiss. Proprio loro infatti sono stati chiamati a scrivere il primo film della nuova trilogia di Star Wars. In riferimento alla loro presenza, Bob Iger ha dichiarato:

Siamo già al lavoro, ma ci siamo presi tre anni di tempo non solo per prendere un respiro e resettare, ma per prepararci all’uscita del prossimo film.

I fan delle due saghe dovranno aspettare dunque fino al 2022 per vedere nei nostri cinema il primo dei tre film previsti dalla Walt Disney, continuando la strada tracciata dai nuovi ed ultimi tre episodi di Star Wars che hanno visto il ritorno di Harrison Ford, Carrie Fisher e Mark Hamill nei panni rispettivamente di Han Solo, la principessa Leila e Luke Skywalker.

Visto il compito dei due sceneggiatori nel franchise di Star Wars, non è ancora chiaro se Rian Johnson, regista di Gli Ultimi Jedi, avrà un ruolo. In ogni caso non ci resta che aspettare altre dichiarazioni dei diretti interessati o del CEO di casa Disney.

 

 

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.