Michael Weatherly “ha commesso un errore” ma Bull 4 non si tocca: i motivi del contestato rinnovo dopo il caso molestie

L'attore starebbe lavorando per costruire un ambiente migliore sul set dopo le accuse di molestie, per questo CBS non avrebbe avuto problemi a rinnovare Bull 4

2
CONDIVISIONI

L’ammissione che Michael Weatherly abbia sbagliato nei confronti della sua co-star Eliza Dushku non mette a rischio la produzione di Bull 4: CBS ha preso posizione commentando il contestato rinnovo del procedural dopo le polemiche per la conferma della serie a fronte del caso esploso quest’anno.

La numero uno di CBS ha difeso la decisione di confermare Michael Weatherly nella quarta stagione della serie nonostante le accuse di molestie sessuali mosse dalla collega Eliza Dushku, che sostiene di essere stata licenziata con una buonauscita di 9 milioni e mezzo di dollari dall’emittente per mettere a tacere le sue denunce di molestie verbali a sfondo sessuale subite sul set da parte del protagonista.

La vicenda, tra le rivelazioni della Dushku alla stampa e la replica con scuse di Weatherly che si è detto “mortificato per averla offesa“, ha tenuto banco lo scorso anno facendo calare gli ascolti della serie, ma una quarta stagione per la CBS non è in discussione.

Intervistata sull’argomento da TVLine, la presidente dell’intrattenimento della CBS Kelly Kahl ha confermato la fiducia nei confronti della serie e del suo protagonista, pur ammettendo che l’attore ha sbagliato.

Michael ha commesso un errore, ma si è scusato subito, era pentito e si è reso disponibile a qualsiasi istruzione o formazione necessarie per creare un ambiente positivo sul set. Ha preso tutto molto seriamente e voleva andare avanti. Quando abbiamo esaminato la totalità della situazione, ci siamo sentiti a nostro agio nel riportarlo in onda. Tuttavia le cose non vengono più gestite come in passato ora: non si nasconde più nulla sotto il tappeto.

Nessun imbarazzo, dunque, per la CBS nel confermare la produzione del procedural con l’attore accusato di aver messo a disagio la collega con battute a sfondo sessuale sul set. Ma il fatto che poco dopo il rinnovo dello show per una quarta stagione il produttore premio Oscar Steven Spielberg abbia detto addio a Bull non ha contribuito certo a migliorare l’immagine della serie.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.