Lethal Weapon 4 non ci sarà: la sfortunata serie accantonata tra liti, diabete e polemiche

Matt Miller aveva già messo insieme i nuovi episodi ma Lethal Weapon 4 non ci sarà, e non per colpa del pubblico questa volta

25
CONDIVISIONI

E alla fine Lethal Weapoon 4 non ci sarà. Pesa come un macigno la decisione Fox di non rinnovare la serie ispirata all’omonima saga cinematografica ma sembra l’unica cosa giusta da fare per liberarsi di uno show che, diciamola tutta, è nato davvero sotto una cattiva stella. Questa volta non è colpa del pubblico, degli ascolti o di coloro che preferisco vedere perire la propria serie tv perché ama darsi allo streaming illegale, la colpa è dei diretti interessati e del cast messo insieme per la serie tv.

Dopo gli ottimi ascolti delle prime due stagioni, anche il cambio della guardia tra Clayne Crawford e Seann William Scott non aveva fatto poi così danni, ma niente poteva essere più come prima soprattutto dopo che, alle polemiche per via delle liti violente dietro le quinte tra i due attori principali, si è passati a parlare di condizioni di lavoro e di diabete.

Lo stesso Damon Wayans ha annunciato che anche lui stava pianificando di lasciare lo spettacolo dopo aver completato i primi 13 episodi della stagione, citando problemi di salute: “Sono un diabetico di 58 anni e lavoro per 16 ore al giorno. È difficile per me interpretare questo padre amorevole e solidale, marito e amico in TV e essere il ragazzo nella vita che dice a tutti, ‘Non posso, devo lavorare'”. La decisione sembrava ormai presa ma Wayans alla fine è rimasto per terminare la stagione e mettere insieme due nuovi episodi che lasciavano pensare ad un possibile accordo e ad un ritorno per Lethal Weapon 4.

Vedere i due protagonisti in aereo, con le rispettive consorti, pronti ad inseguire il loro nemico comune sembrava quello che lo stesso showrunner Matt Miller ha definito “un indizio su dove vogliamo andare nella stagione 4”. Lo stesso aveva poi dichiarato ad EW di aver già messo insieme la quarta stagione e la sua trama: “Sarà sicuramente un peccato se non riusciremo a raccontare questa storia”. A quanto pare non potrà farlo con buona pace del pubblico che, questa volta, è innocente.

Commenti (1):

Lester

Quanta tristezza. Una delle poche serie che gustavo con piacere
Alla faccia di Gomorra, 13 e chi piu’ ne ha ne metta.
Mai vista una puntata Nulla da fare Oramai trasmettono unicamente, serie televisive cupe e violente Dove oscenità e sangue vengono valorizzati al massimo. Orrori senza fine
Ma si sà che i gusti son gusti e pur di fare ascolti tutto fà brodo Pazienza…

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.