Doppio rinnovo per Grey’s Anatomy 16 e 17, la saga di Meredith continua oltre ogni previsione insieme a Station 19

ABC annuncia il doppio rinnovo per Grey's Anatomy 16 e 17, che torna insieme a Station 19 e Le regole del delitto perfetto nel giovedì di ShondaLand

1710
CONDIVISIONI

Non una ma ben due stagioni, un doppio rinnovo per Grey’s Anatomy 16 e 17: ABC ha appena annunciato che la saga di Meredith Grey e dei suoi colleghi medici del Grey Sloan Memorial Hospital continuerà per almeno altre due stagioni, in onda sempre nel giovedì dedicato alle produzioni della ShondaLand di Shonda Rhimes.

Insieme al medical drama, infatti, tornerà anche il suo spin-off dedicato ai pompieri di Seattle, Station 19: la serie che in palinsesto segue Grey’s Anatomy e da essa prende le mosse è stata rinnovata per la sua terza stagione. A completare la serata del giovedì ci sarà come sempre How to get away with Murder (Le regole del delitto perfetto), che ha ottenuto il rinnovo per la tanto agognata sesta stagione.

La showrunner di Grey’s Anatomy Krista Vernoff, tornata alla guida della serie dopo anni di assenza, farà da produttrice esecutiva anche per Station 19, reduce dall’addio di Betsy Beers: “Sono entusiasta di continuare alla guida di Grey’s Anatomy e sono onorata e stimolata dall’opportunità di gestire anche Station 19. Espandere il mondo creato da Stacy McKee e fonderlo ulteriormente con il mondo di Grey’s è una sfida entusiasmante“, ha dichiarato Krista Vernoff all’annuncio del rinnovo delle due serie.

Nonostante la cancellazione del legal drama Ford People, che ha resistito in palinsesto solo due stagioni, la Rhimes si può dirsi soddisfatta per il rinnovo dei suoi tre titoli principali.

Grey’s Anatomy, in particolare, ha superato quest’anno il traguardo dei 332 episodi che ne fanno il medical drama di prima serata più lungo della storia della tv seguito da ER -Medici in prima linea. Impossibile pensare che un prodotto che ha debuttato 15 anni fa come tappabuchi nel palinsesto estivo di ABC sarebbe diventata la sua serie di punta e constatare come ancora oggi continui a rappresentare un pilastro nel suo genere e ad attirare diverse generazioni di telespettatori, nonostante un evidente calo di qualità drammaturgica, particolarmente drastico a partire dalla decima stagione. Grey’s Anatomy arranca sicuramente nelle sue trame orizzontali, avendo ormai raccontato un po’ tutto dei suoi personaggi, ma riesce comunque a regalare i singoli episodi particolarmente significativi, soprattutto quando declinati su temi di grande importanza sociale (anche a rischio, talvolta di sembrare di voler realizzare un compitino in classe ben scritto e politicamente orientato). Tra gli ultimi, quello sulla violenza di genere e l’importanza del consenso nei rapporti tra i sessi a partire dalla storia della specializzanda Jo Wilson ha rappresentato una vera e propria lezione da manuale su un argomento delicato e spesso trattato in modo superficiale o stereotipato nei prodotti audiovisivi.

Il rinnovo di Grey’s Anatomy 16 era praticamente certo, ma non era chiaro se si trattasse o meno dell’ultima stagione della serie: con l’annuncio di ABC arriva la conferma che ce ne sarà anche una diciassettesima e che evidentemente l’emittente non intende rinunciare alla sua serie più popolare finché Shonda Rhimes ed Ellen Pompeo decideranno di continuare a produrla. La serie allarga ulteriormente la rosa di personaggi regolari, promuovendo gli attori Chris Carmack (Atticus Lincoln), Jake Borelli (Levi Schmitt) e Greg Germann (Tom Koracik).

In Italia Grey’s Anatomy e Station 19 vanno in onda in anteprima esclusiva su FoxLife (canale 114 di Sky).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.