Rottura display del Samsung Galaxy S7: il prezzo medio per la sostituzione a maggio 2019

Altri dettagli sul cambio display per uno smartphone ancora molto popolare in Italia e nel resto del mondo

37
CONDIVISIONI

Sono trascorsi più di tre anni dalla commercializzazione del Samsung Galaxy S7, eppure tanti utenti ancora oggi sono legati ad uno smartphone che ha fatto davvero la differenza per il pubblico italiano ed europeo. Con il trascorrere del tempo, per forza di cose, stanno aumentando le segnalazioni da parte di coloro che hanno mandato in frantumi il display e che, di conseguenza, cercano informazioni sui costi necessari per la sostituzione di questa componente. Situazione diversa, dunque, rispetto ai problemi allo schermo trapelati qualche mese fa con la striscia rosa e da noi prontamente trattati.

Facendo una ricerca in Rete emerge che al momento un display originale per il Samsung Galaxy S7 al momento ha un costo pari a circa 80 euro. A quel punto, conviene affidarsi a negozi specializzati in operazioni simili, con il prezzo della manodopera che parte attorno ai 20 euro. Insomma, se la vostra distrazione ha comportato la rottura dello schermo, la cifra totale da sborsare per ritrovarvi un device perfettamente funzionante non dovrebbe essere inferiore ai 100 euro.

Inutile dire che rivolgendovi direttamente a Samsung le cifre in questione diventerebbero esorbitanti, così come richiedendo direttamente ad un centro anche l’acquisto del display. Per quella prima fase, occorre muoversi sempre “privatamente”. Il trend, per quanto meno “pesante” rispetto a qualche mese fa, vede costantemente i ricambi dei vari Samsung Galaxy costare di più rispetto a quelli di Huawei. Tanto per citare un concorrente diretto.

Staremo a vedere se nei prossimi mesi le cose cambieranno nuovamente per il Samsung Galaxy S7, o se ci sarà un’ulteriore modifica in grado di spostare gli equilibri di questo mercato legato alle componenti degli smartphone. Sempre più importante, se pensiamo alla loro delicatezza e alla frequenza con cui vengono distrutte dagli utenti in giro per il mondo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.