PS5 e la nuova Xbox più potenti di Google Stadia? Nessun dubbio per gli sviluppatori esterni

La sfida per la supremazia nella prossima generazione di console comincia a scaldarsi: chi ne uscirà vincitore?

1
CONDIVISIONI

È ancora relativamente presto per poter parlare di PS5, della nuova Xbox o di Google Stadia, con la battaglia per la prossima generazione videoludica che è ancora lungi dal cominciare. Certo, ci sarebbero obiezioni da fare in merito, visti i diversi leak che hanno interessato in particolar modo la futura console Sony e quella di debutto di Google, con la rete che ha cominciato a fermentare nell’attesa di indicazioni ufficiali da parte dei rispettivi publisher.

Non è in sostanza ancora possibile avere una panoramica certa e netta di cosa PS5, la nuova Xbox e Google Stadia sapranno offrire in via concreta alla rispettiva utenza. Chi non ha dubbi in merito sono però gli sviluppatori di terze parti, vero cuore pulsante dell’industria videoludica, che con la loro mole di prodotti riescono a foraggiare gli scaffali dei negozi e le collezioni degli utenti con nuovi titoli dai sapori più disparati.

Con tanti studi che hanno già garantito il loro supporto a Google Stadia e con PS5 e la nuova Xbox che non mancheranno di ospitare i cosiddetti multipiattaforma, la domanda che è lecito porsi è chiaramente una: saranno le piattaforme di Sony e Microsoft in grado di rispondere adeguatamente all’avanzata di Google?

Non ha dubbi Frederik Schreiber, vicepresidente di 3D Realms che, in vista della prossima generazione videoludica, ha già i suoi vincitori. Stando infatti a quanto riferito da Gamingbolt, le due console “vecchio stile” non avranno nessun problema a mostrare i propri muscoli nei confronti della (più o meno) esordiente tecnologia in streaming, con le conseguenze che ovviamente si avranno sotto il profilo delle performance dei titoli su schermo. PS5 e la nuova Xbox cercheranno infatti di adeguarsi agli standard hardware dei PC, una sfida indubbiamente ostica ma di certo non impossibile, visti anche i leak che hanno riguardato proprio la prossima piattaforma Sony.

Mettiamoci quindi comodi e attendiamo pazientemente l’E3 2019: di certo se ne vedranno delle belle!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.