Polemiche per Mortal Kombat 11, i costumi costano troppo? Facciamo chiarezza

L'ultimo capitolo della violenta saga picchiaduro ha scatenato un certo malcontento tra gli appassionati. Nel mirino ci sono l'eccessivo grinding e il costo delle skin aggiuntive, tanto da costringere ad intervenire Ed Boon in persona

Ora che Mortal Kombat 11 è finalmente disponibile su PC, PlayStation 4 e Xbox One – arriverà anche su Nintendo Switch il prossimo 9 maggio -, gli appassionati di picchiaduro ad incontri possono godersi quella che, a detta della stampa, rappresenta una delle incarnazioni meglio riuscite della leggendaria saga. I ragazzi di NetherRealm Studios hanno fatto le cose in grande per il ritorno di Scorpion, Sub-Zero e di tutti gli alti celebri kombattenti, che dal 1992 scatenano combo e Fatality sui nostri schermi.

Mortal Kombat 11 è un capolavoro a tutto tondo, brutale e sanguinolento come ci si aspetterebbe dal franchise beat ‘em up americano. Eppure, come spesso accade per le produzioni videoludiche moderne, anche l’ultima creatura di Ed Boon e del suo team è stata coinvolta in una serie di polemiche scatenate dalla stessa utenza. Polemiche che si legano alla presenza di microtransazioni – naturalmente pagando soldi reali -, necessarie per sbloccare diversi potenziamenti e costumi aggiuntivi. Così da personalizzare i nostri lottatori preferiti – tra cui è presente, a sorpresa, anche Frost! Il malcontento è diffuso, soprattutto per la decisa sterzata verso il grinding selvaggio imposta dai programmatori, costringendo a lunghe sessioni di gioco per sbloccare i componenti aggiuntivi. Per altro da collezionare in modo del tutto casuale, così da sprecare valuta in-game alla ricerca disperata dell’oggetto tanto desiderato.

In particolare, nelle ultime ore si sta diffondendo tra la community la notizia secondo la quale il costo totale dei costumi presenti in Mortal Kombat 11 sia di ben 6.440 dollari. Questa informazione, però, non sarebbe del tutto corretta. A precisarlo è lo stesso Ed Boon, creatore della violenta saga picchiaduro, che si è visto costretto ad intervenire in merito attraverso il suo account Twitter. Chi si sta dilettando con il videogame edito da Warner Bros. saprà che i costumi e gli accessori per la personalizzazione non possono essere tutti acquistati attraverso le microtransazioni, ma solo due costumi al giorno – rari o comuni – possono essere nostri investendo i Kristalli Temporali nei forzieri della Krypta – come vi ho spiegato in questa pratica guida per principianti.

Gli altri costumi e accessori possono essere acquisiti esclusivamente completando le impegnative Torri del Tempo. Dal momento che non esiste alcun modo per ottenere Monete d’oro, consumabili, Frammenti d’Anima o Cuori ricorrendo ai nostri risparmi, è quindi facilmente intuibile che i calcoli fatti dall’utenza sono del tutto errati e distanti dalla realtà. Resta in piedi in ogni caso la polemica del tutto condivisibile sul farming, decisamente troppo spinto, e sull’estrema difficoltà di alcune Torri necessarie per collezionare tutti i tantissimi pezzi aggiuntivi del titolo.

Voi cosa ne pensate? Credete che NetherRealm Studios dovrebbe correre ai ripari? Questi difetti hanno rovinato la vostra esperienza con Mortal Kombat 11?

Mortal Kombat 11

Piattaforme: PS4, Xbox One, PC, Nintendo Switch

Data Uscita: Disponibile

Miglior Prezzo Amazon: 59,99€

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.