Nuovo Raid The Division 2 posticipato, i motivi della scelta di Massive Entertainment

Ritardata la release di Dark Hours all'interno dello sparatutto di Ubisoft: una scelta ponderata attentamente

11
CONDIVISIONI

Un titolo del calibro di The Division 2 vive senza ombra di dubbio dei nuovi contenuti che, a cadenza più o meno regolare, aggiungono feature inedite all’esperienza ludica. Il prodotto dei ragazzi di Massive Entertainment, nuovo capitolo di quella che a tutti gli effetti è divenuta ormai una serie, appartiene a quella fascia di titoli catalogati come Game as a Service, quindi il rilascio di elementi che espandano trama o elementi correlati vanno pesati bene prima di essere dati in pasto alla community.

Non sorprende quindi la scelta di Massive Entertainment di ritardare di qualche giorno l’uscita del nuovo Raid di The Division 2: come riferito dal portale Gamerant, le valutazioni dello studio di sviluppo hanno quindi indirizzato le preferenze verso la cura per la salute del titolo, con tantissimi nerf e buff operati sulla strumentazione preesistente che necessitano del giusto rodaggio prima di potersi definire profittevolmente implementati. In particolar modo a essere interessati dalle modifiche saranno i nemici, la cui salute e armatura saranno meno indifferenti ai colpi subiti – elemento che li rendeva fino ad oggi delle vere e proprie spugne assorbi proiettili – e questo senza dubbio avrà un impatto importante su come gli utenti costruiranno le proprie build. Ecco quindi spiegata la volontà di Massive Entertainment: consentire ai giocatori di costruire al meglio il proprio set e prendere confidenza con le modifiche strutturali prima di lanciarsi in questa nuova esperienza ludica.

Nessuna preoccupazione di sorta dovrà comunque affliggere la community di The Division 2: lo sparatutto ha semplicemente ritardato di qualche giorno l’arrivo del Raid Dark Hours – che quindi sarà disponibile a partire dal mese di maggio, in concomitanza con il lancio del Title Update numero 3 – e si appresta a supportare otto giocatori in scorci assolutamente suggestivi adeguatamente anticipati in video durante il livestream degli ultimi giorni tenuto dagli addetti ai lavori.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.