Audio e testo di Hola! di Clementino feat. Nayt, un dissing sparato a zero con un flow frenetico

Nell'attesa del suo nuovo album, il rapper partenopeo mostra ancora la sua rima ruvida

7
CONDIVISIONI

Se Un Palmo Dal Cielo ci aveva fatto conoscere la resilienza di un artista rinvigorito dalle brutte esperienze e dai momenti neri dell’esistenza, Hola! di Clementino feat. Nayt è la sorella cattiva della canzone precedente. Spavaldo, rude e con tanta voglia di sfidare i detrattori a colpi di parole, Clementino dissa ora in napoletano e ora in italiano, con un flow frenetico che scambia con William Mezzanotte, meglio conosciuto come Nayt al quale affida il microfono per fargli sputare tutta la rabbia e tutta la voglia di dire qualcosa che sia un’arma di difesa.

Hola! di Clementino feat. Nayt è la nuova traccia estratta dal settimo disco del rapper partenopeo, “Tarantelle”, in uscita il 3 maggio. Il nuovo album, proprio come questa canzone, racconta le sue “tarantelle”, le vicissitudini che lo hanno messo a dura prova durante il periodo della dipendenza dalla droga dalla quale è uscito trionfalmente. Lo dice egli stesso: «È tornato Clementino», è tornata la forza e si è ripresentata anche la consapevolezza.

Il ritornello di Hola! di Clementino feat. Nayt ci resterà in testa, perché è un vocalizzo che i rapper usano come per creare un coro da stadio, una tifoseria che diventa il loro esercito. I due rapper si accaniscono con riferimenti sessuali: «Succhiami il ca**o, mi arriva fino a sotto al palco» e autocelebrativi: «Il mio disco è più atteso di un porno». Il beat è lento e suadente, con sintetizzatori e moog che colorano una base cupa e spinta in alto dalle rime dei due rapper.

Il bridge è affidato a Clementino che si lascia andare in dialetto napoletano nel suo pieno stile. Nel prendersi gioco di tutti, Hola! di Clementino e Nayt nomina anche Belen RodriguezDiletta Leotta, ma già l’incipit del brano ci fa incontrare nomi come quello di Donald TrumpPapa Francesco: «Senza una risata come il Papa vicino a Trump, bada che stasera te lo spingo, il rap».

TESTO

[Clementino]
Senza una risata come il Papa vicino a Trump
Bada che stasera te lo spingo il rap
Pazzo maledetto frà Caligola
Ti monto e poi ti smonto tipo bricolage
Ein, zwein, polizei
Panzai te ne vaij
Red light penet-rhyme
One time me la dai
Welcome paradise
Tu e live che n saij
Sulla strada Mad May
Iena white fly (bye, bye)

Settantamila di chili di blow come le scosse di magnitudo (boof)
Non mi sfidare tu a fare lo show che col flow poi ti salgo dal c**o (ye, ye)
Piena d’olio ‘sta canna che sembra di palma
T’atterra ‘sta presa di judo (ye)
macchiato del tuo sangue scuro.

Iena che viene dall’aria del vico
Il rapper più forte in Italia dal vivo
Il bomber potente da Joga Bonito
Rambla che grida
“Clemente hermanito” (hermanito)

Sfonda sull’ala Madonna qui Napoli è l’anima
Fratmo voce del popolo
Croce che ho addosso
‘Sto cuore che è sporco
L’umore più storto è l’amore che porto
Par l’Americ pe nu caric r’ever
Ma nun gir chest elic pe na cos ca merit
Facc ‘a fot cu dedic
Vac for pe l’etic (ehi)
In totale bro so immortale bro
(ah, ah, ah)

Eh oh, eh oh, eh oh, eh oh, eh oh
Hola, hola, hola
Eh oh, eh oh, eh oh, eh oh, eh oh
(Ma veramente)
Eh oh, eh oh, eh oh, eh oh, eh oh
(Eh oh, eh oh, eh oh)
Eh oh, eh oh, eh oh, eh oh, eh oh
Hola, hola, hola

[Nayt]
Metto le mani avanti, spero non te la prenda
Fatti due tiri d’erba, spero che ti diverta
Quando c’ho un’erezione io per farmela passare penso a Fishball, fatta di crack in un posto di me**a
Pi**io, no non lo faccio in un posto riservato
Fisso il cielo e delle volte penso non mi fermano
Sto volando
Corro veloce tipo troppo lambo
Mi vedi prima e dopo un botto lampo
Arriva e se ne va, non comando
La tua tipa la sto coccolando
Mi sto sbottonando
Quando ti vedo io sbocco random
Dopo che fo**o te io fo**o un altro
Sono cotto, canto
Sei fatto di cocco talco
Sbrocco, taggo quel ciccione
Dopo dico che ero sotto alcool
Succhiami il ca**o mi arriva fino a sotto al palco
Non ti ascolto, parlo
Per me sei un po’codardo
E ce l’hai un po’ col lardo
Ti rimpizzi di cazzate
Lo chiedo solo perché mi sembri col collare
Fuoco, parto
Il mio disco è un tono un parto
Sono un rapper, ti spacco
E non sono un ca**o
La mia vita si è un salto nel vuoto, infarto

(Rrraaaa Woo, Woo, Woo ok Raptus)
Faccio quello che voglio
Io che dico il ca**o che voglio
Mi fanno l’hola dico non la voglio
Vi saluto “Ciao, Hola, Bella”
Hater commenta: “Siete solo gente di…”
Me ne fotto di un pubblico di scemi stupidi
E dicevi “che?”
Io rappavo ci crescevi
Schiaffi tu ricevi
Correvamo ancora, sono scesi
Non ce la facevi
Questa roba ti da una paresi
Per dodici mesi

[Clementino]
Eh oh, eh oh, eh oh, eh oh, eh oh
Hola, hola, hola
Eh oh, eh oh, eh oh, eh oh, eh oh
(Ma veramente)
Eh oh, eh oh, eh oh, eh oh, eh oh
(Eh oh, eh oh, eh oh)
Eh oh, eh oh, eh oh, eh oh, eh oh
Hola, hola, hola

Sono l’incarnazione dell’anima di Pulcinella
Con ‘sti bassi la macchina è fuori controllo ma aspetta
Ti ribalto nell’alto dei cieli correndo in diretta
Il mio disco più atteso di un porno
Belen e Diletta
(Ah, ah, ah)

Vir co sound ca port luntan
Muntat l’armat
Passamm che trav (eh)
Ra l’underground puntat re gar, aro’ car chi nun ten ‘e pall quadrat (ma serij)
Ringraziamm in ginocchio
Sfunnamm e beat
Tu compa’ par ‘a capocchij ‘ndurat e fritt (eh)
E ‘sti rapper e oggi stann chin e click (eh)
Ra creatur no sord guagliù sunat e zitt

Faccio dissing a tutta la scena (ye, ye)
Non ci credere è tutta una scena (ma serij)
Coccrun me par ‘a munnezz pe’strada
Brav ve spezz e capat (ye)
Ce vo’ o casc par l’Alaska bro
Stamm ‘abbasc rint ‘a nu ‘vasc ancor (ye)
Ma nun lasc ‘stu vico pace e ammore
So’ crisciut senza piglia’ ascensor (uh)

Clementino omicidio on the mic
Don’t tink le skills
Spacc ‘e timpan e king
Facc ‘o big ‘int ‘a suite a Paris
Tu me comprends
Visi vuoti
Torte in faccia alla Steve Aoki
È una minaccia come visigoti
Se la cassa spacca, godi Richie Hawtin
(eh, oh)

Ramm ‘o tiemp e stamm ca
Nun sputa’ nciel’ ca nfacc’ te torn
Ntà Campania qual America
È asciut pazz ‘o padron
Ramm ‘o tiemp e respira’
Ca vocca’ chius nun ‘trasn e mosc
Chest è Napl no America
È asciut pazz ‘o padron

Eh oh, eh oh, eh oh, eh oh, eh oh
Hola, hola, hola
Eh oh, eh oh, eh oh, eh oh, eh oh
(Ma veramente)
Eh oh, eh oh, eh oh, eh oh, eh oh
(Eh oh, eh oh, eh oh)
Eh oh, eh oh, eh oh, eh oh, eh oh
Hola, hola, hola

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.