PS5 e Xbox Scarlett saranno le ultime console di sempre? Indiscrezioni sul futuro del settore

Si prospetta un futuro molto diverso da quello precedentemente pronosticato per l’industria videoludica: l’evoluzione incombe

2
CONDIVISIONI

È un panorama videoludico molto diverso da quello che ci si sarebbe potuto aspettare quello che vedrà l’esordio di PS5 e Xbox Scarlett nel prossimo futuro. Le nuove console di Sony e Microsoft troveranno infatti la contrapposizione di Google Stadia, la nuova piattaforma del colosso statunitense che si appresta a rivoluzionare lo scenario dell’industria con l’ascesa dello streaming.

Proprio lo streaming pare possa essere la causa principale della sparizione nel breve periodo delle console dalla scena, con PS5 e Xbox Scarlett che potrebbero per l’appunto essere le ultime esponenti di un genere ormai in via d’estinzione. Come riportato da Gamerant, pare infatti non avere dubbi Cristiano Amon, presidente di Qualcomm, uno dei più importanti produttori di semiconduttori al mondo.

Stando infatti alle sue dichiarazioni, non ci sarebbero dubbi sul fatto che il cloud sia la nuova console: “Stai per cominciare a giocare su qualsiasi schermo, su qualsiasi dispositivo. Questo sarà il futuro dei giochi”. Un discorso assolutamente calzante su quello che Google Stadia ha in mente di portare sulla scena videoludica, con la possibilità di riprodurre i titoli in streaming a sessanta fotogrammi per secondo praticamente su qualsiasi dispositivo.

Chiaro è che un discorso del genere castri in maniera importante le velleità di produttori del calibro di Sony e Microsoft: puntare ancora una volta su nuovi hardware (dopo PS5 e Xbox Scarlett) sarebbe praticamente improponibile, vista la difficoltà di competere con la potenza computazionale di un colosso del calibro di Google senza gravare considerevolmente sul prezzo finale a cui le nuove console sarebbero vendute.

Non stanno però di certo a guardare i producer nipponico e statunitense, che nell’ultimo periodo hanno dato il via alle loro manovre futuriste: l’esempio è Playstation Now, da poco approdato anche in Italia, che sfrutta proprio le capacità offerte dallo streaming, con Microsoft che non mancherà di rispondere a tono in breve tempo.

Illuminante per quanto concerne gli scenari futuri sarà l’E3 2019, pronto a prendere il via nel corso del prossimo mese di giugno: restate sintonizzati su queste pagine per tutti gli ultimi aggiornamenti.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.