Call of Duty 2019 sarà totalmente diverso dai predecessori, parola di Infinity Ward

Ambizioni elevatissime quelle dello studio di sviluppo, che mira a sorprendere i fan storici della saga

78
CONDIVISIONI

Palesemente elevate le ambizioni di Infinty Ward in vista di Call of Duty 2019, il nuovo capitolo della serie sparatutto in prima persona che, come consuetudine vuole, si appresta a vedere la luce nel corso degli ultimi mesi dell’anno. Ancora fosche le informazioni inerenti questa nuova produzione – che, tra le altre cose, dovrebbe rispondere al nome di Call of Duty Modern Warfare 4, sebbene non ci siano ancora conferme o smentite in merito – sebbene su una cosa il team di sviluppo non ha dubbi: questo sarà il prodotto più ambizioso su cui abbiano mai lavorato.

La conferma, come riportato da Segmentnext, arriva dal Game’s Narrative Director, Taylor Kurosaki che, interpellato in merito su Twitter, non ha mostrato segni d’indecisione, pronosticando un nuovo capitolo dal sapore molto diverso rispetto ai predecessori. Una risposta ovviamente preventivabile, ma che non ha mancato di suscitare l’emozione dei fan della saga, memori del grandissimo apporto che il team è stato in grado di dare al brand soprattutto con l’intramontabile Call of Duty Modern Warfare 2.

Ricordiamo che Taylor Kurosaki è stato coinvolto negli ultimi anni in progetti di altissima risonanza mediatica del calibro di Crash Bandicoot Nsane Trilogy e Uncharted 2, oltre a diversi capitoli precedenti della stessa serie Call of Duy.

Ovviamente è ancora presto per fare previsioni trionfalistiche, sebbene anche le dichiarazioni di Activision, rilasciate nel recente passato, indicherebbero il prossimo capitolo della serie come uno dei migliori Call of Duty mai confezionati. Resterà da vedere quindi se il cantiere attualmente allestito contiene al suo interno il tanto atteso quarto capitolo della saga Modern Warfare o se inaspettatamente Infinity Ward sorprenderà tutti tirando fuori dal cilindro un nuovo coniglio.

Non resta quindi per il momento altro da fare se non mettersi comodi e attendere pazientemente notizie provenienti dall’E3 2019, pronto a prendere il via durante il prossimo mese di giugno, sebbene le annate passate abbiano insegnato che ad Activision non piaccia l’affollamento dello showfloor losangeliano e preferisca un evento costruito ad hoc nel mese di maggio.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.