Di un altro livello Honor: obiettivi ambiziosi e possibili

Ad un passo da un successo insperato: Honor può davvero farcela a diventare il quarto OEM al mondo

14
CONDIVISIONI

Un obiettivo ambizioso, ma raggiungibile, quello dichiarato da Richard Yu, CEO di Huawei, sul conto della sussidiaria Honor, proiettata a diventare il quarto OEM al mondo. Il dirigente ha indugiato sui traguardi tagliati dal 2012 ad oggi, che non sembrano affatto pochi: produzione interna ormai autonoma, sviluppo di un’interfaccia proprietaria molto apprezzata, creazione di un e-commerce dalle basi solide, progettazione di un SoC proprietario che sta dando grossi risultati. Il fatturato, peraltro, è salito del 45% su scala annuale (rispetto allo stesso periodo della passata stagione), e le spedizioni relative ai device Honor salite del 27% nei Q1, Q2 e Q3 2018, contrastando quello che è parso essere il trend di quel periodo (una flessione sulle vendite globale degli smartphone).

Se fino a poco tempo fa un’esternazione come quella fatta da Richard Yu sarebbe sembrata ai più fin troppo azzardata, ad oggi non lo appare affatto: Honor ha tutte le carte in regola per riuscire nell’impresa, ed anche in tempi ragionevoli. Huawei, dal canto suo, potrebbe presto attestarsi come primo OEM al mondo, approfittando magari della crisi che sta investendo Samsung (ed anche LG, come vi abbiamo riportato in questo articolo nella giornata di ieri).

Non sappiamo esattamente cosa potrà accadere nel giro dei prossimi mesi, ma, al momento, se c’è un produttore che pare avvantaggiarsi rispetto agli altri, quello è proprio Huawei (la cosa non può che avere ripercussioni positive anche per quanto riguarda il marchio Honor, che ci sta mettendo anche del suo per perorare l’obiettivo di cui sopra). Un successo a cui magari potranno contribuire i prossimi Honor 20, 20 Pro e 20 Lite, in presentazione il 25 aprile. Nel frattempo nulla vi vieterà di esprimere la vostra opinione a riguardo: cosa credete succederà? Fatecelo sapere attraverso il box dei commenti in basso.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.