Gomorra 4 dice addio alla pace: nuova guerra negli episodi firmati da Marco d’Amore?

Gomorra 4 torna con una nuova guerra firmata da Marco d'Amore?

È arrivato il momento di temere il peggio. L’avventura londinese di Genny non ha portato grandi risultati visto che il figlio dei Savastano si è lasciato raggirare e questo potrebbe riportarlo indietro, al suo mondo, quello che con tanta forza ha cercato di dimenticare e cancellare per il bene del figlio Pietro. Il nuovo promo dei prossimi episodi di Gomorra 4, il quinto e il sesto, segnano una svolta importante e non c’è bisogno di parole per capire che una nuova guerra tra clan è alle porte e che la pace voluta da Genny è finita.

Adesso bisognerà capire chi ha messo a rischio tutto questo, se sarà la voglia di Valerio di alzare la testa rispetto ad Enzo e il suo volere, o addirittura lo zio di Genny, fratello di Imma, sia pronto a tradite il nipote e le promesse fatte a lui. I prossimi episodi saranno firmati da Marco d’Amore che ne ha curato la regia dandogli un taglio nuovo e più personale soprattutto grazie al suo “vivere” la serie da dentro per ben tre stagioni, ma fino a dove si spingerà?

In Gomorra 4 del prossimo 12 aprile, sembra proprio che Genny sia pronto ad investire ancora nella sua attività imprenditoriale con il supporto di Azzurra ma ancora una volta sarà il suo lato oscuro a dover venire a galla sconvolgendo tutto e tutti. L’ex boss si troverà a fare i conti con persone ancora più spietate di lui e il suo impero sembra nuovamente in pericolo e in balia degli squali.

Patrizia ha ormai chiuso con il passato e dopo aver rimesso mano alla pistola, ha chiuso i conti con la sua famiglia in una struggente scena e nell’incontro mancato con suo fratello. Adesso tocca alla regina di Secondigliano evitare una nuova guerra tra clan ma qualcuno lavora nell’ombra: vogliono usare Nicola, il suo braccio destro, per mettere in crisi il suo regno e le stesse direttive di Genny per insanguinare nuovamente le strade di Napoli.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.