Sfrenato Unieuro: Huawei P20 Lite e P20 Pro in offerta sul sito

Caccia aperta sul sito di Unieuro a Huawei P20 Lite e P20 Pro, in offerta fino al 18 aprile

6
CONDIVISIONI

Unieuro non smette mai di stupire: dopo il volantino di cui vi abbiamo diffusamente parlato nella giornata di ieri (potete consultarlo a questo indirizzo) incentrato su Huawei Mate 20 Lite, Mate 20 e Honor 10, è il momento di volgere il nostro sguardo ad alcuni altri prodotti, ugualmente molto attraenti.

Per approfittarne dovrete atterrare sul sito del megastore, e finalizzare l’acquisto di uno degli articoli che stiamo per segnalarvi (fermo restando che lo sconto si estende anche ad ulteriori modelli) entro il 18 aprile. Il Huawei P20 Lite, per esempio, viene proposto al prezzo di 209.90 euro, niente male trattandosi di una nota catena di elettronica (come sapete, molti utenti fanno la distinzione tra i megastore e gli e-commerce, preferendo di gran lunga i primi per le ragioni che potete facilmente immaginare). Non sarà un prezzo da far girare la testa, ma l’offerta ci è sembrata degna di nota, e per questo abbiamo deciso di portarla alla vostra attenzione, data anche la grande popolarità di Huawei P20 Lite, non certamente l’ultimo dei device (anche se è di recente stato sostituito dal P30 Lite, il cui prezzo è ancora molto alto).

Allo stesso modo vi segnaliamo la possibilità di comprare il Huawei P20 Pro, top di gamma dell’anno scorso ancora molto appetibile, al costo di 469 euro (pure in questo caso non parliamo del modello più recente vista la presentazione di qualche giorno fa dei Huawei P30 e P30 Pro, ma gli estimatori non mancheranno sicuramente a questo telefono). Se non siete particolarmente amanti del brand in questione, per voi potrebbe essere il caso di prendere in considerazione l’acquisto del Samsung Galaxy Note 9, vostro a 849 euro (versione da 512GB di storage). Le nuance cromatiche tra cui poter scegliere sono varie, come vari sono i prodotti che popolano il sito Unieuro che beneficiano anch’essi degli sconti validi fino al 18 aprile. Cosa state aspettando?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.