Sobbalza anche Honor 10: sugli scudi con 9.0.0.207(C432E4R1P12)

Con una nuova release anche Honor 10: traffico OTA per le notifiche dell'aggiornamento 9.0.0.207(C432E4R1P12)

Un avvio di aprile scoppiettante per i device Huawei e Honor: dopo avervi parlato ieri degli aggiornamenti contenutivi della patch di sicurezza di marzo 2019 rilasciati per Huawei Mate 20 Pro, Mate 20 Lite, P20 e P10 Lite, oggi concentreremo la nostra attenzione su Honor 10, che sta ricevendo il pacchetto ‘9.0.0.207(C432E4R1P12)‘, dal peso di 255MB.

Anche in questo caso, come per gli altri terminali sopra citati, trattasi di una release apparentemente avida di novità software di un certa importanza: tutto quello che il registro delle modifiche menziona è la patch di sicurezza del mese scorso, nient’altro che possa farci pensare ad una farcitura diversa. Questo non significa che l’aggiornamento non contenga in sé alcune ottimizzazioni concepite per la correzione sporadica di bug di minore rilevanza, come molto spesso succede quando un nuovo pacchetto viene rilasciato.

Potreste già aver ricevuto la notifica OTA, oppure forse no: fatto sta che, nel giro di pochissimo tempo, tutti gli esemplari coinvolti verranno raggiunti. Non c’è riscontro di eventuali disturbi arrecati dall’aggiornamento 9.0.0.207(C432E4R1P12), proprio in virtù della sua natura riparatrice, che non comporta modifiche di sostanza all’assetto software di Honor 10 (ci riferiamo sempre al modello no brand Italia).

L’upgrade non intaccherà i vostri dati, cui potrete fare ricorso in qualsiasi momento, sia prima che dopo l’installazione dell’upgrade inclusivo della patch di sicurezza di marzo 2019 (la sola presenza di questa integrazione dovrebbe indurvi a procedere spediti all’esecuzione). Abbiate, però, cura di collegare il device alla presa elettrica durante il processo (se la batteria non risulta sufficientemente carica), e di effettuare un backup preventivo per mettere al sicuro i vostri dati da eventuali anomalie (gli inconvenienti di norma non sopraggiungono, ma è meglio cautelarsi in qualche modo se non si vuole rischiare di perdere i contenuti che ci appartengono).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.