Sempre in ballo il Huawei P20 Pro: i benefit dell’aggiornamento 236

L'ex top di gamma non perde colpi, anzi continua a regalare un'esperienza utente ottimizzata

9
CONDIVISIONI

Chi ha il Huawei P20 Pro continua a godere di un supporto software continuo e mirato al miglioramento dell’esperienza d’uso con l’ex top di gamma. Di certo è anche il caso dell’ultimo firmware 236 la cui distribuzione è appena partita in Europa in queste ore, come ci comunica anche la fonte accertata Huawei Blog.

Quali sono i cambiamenti apportati sul Huawei P20 Pro proprio dall’ultimo rilascio? Meglio non aspettarsi una release corposa e neppure rivoluzionaria: siamo al cospetto di soli 252 MB di firmware e neanche un byte in più. Come più che naturale conseguenza, ci troviamo di fronte ad un adeguamento che integra soltanto l’ultima (o meglio penultima) patch di sicurezza di Mountain View e dunque il pacchetto di marzo e non quello di aprile (con quest’ultimo mese appena cominciato era davvero utopistico attendersi qualcosa di diverso).

Nell’aggiornamento per il Huawei P20 Pro si annoverano dunque un numero considerevole di falle risolte per mantenere maggiormente protetto l’ormai ex ammiraglia ma i benefit purtroppo finiscono qui. Nessuna nuova funzione all’orizzonte e si presume, dato il modesto peso del pacchetto, anche un minimo se non nullo impatto sulle prestazioni del device.

Ad inizio marzo avevamo esaminato, sempre per il Huawei P20 Pro un altro aggiornamento con build 205, in quel caso con patch di sicurezza del mese di febbraio. Nell’occasione specifica, il rilascio software era di ben 400 MB e come tale ha portato con se una serie di miglioramenti nelle performance del device, anche in riferimento alla sua autonomia. Si trattava, in quel caso, di un rilascio di poco successivo a quello di EMUI 9 e dunque mirato anche a correggere qualche bug, così come a migliorare l’esperienza d’uso del device dopo un così corposo update. L’aggiornamento odierno, in effetti, è ben altra cosa, ma almeno consentirà di avere un telefono sempre protetto dalle vulnerabilità di sistema.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.