Non sottovalutate l’Asus ZenFone 6, a maggio una performante ammiraglia a prezzo basso?

Ottimi punteggi Geekbench nella versione da 6 GB di RAM, cosa dobbiamo aspettarci

31
CONDIVISIONI

Con il panorama variegato di produttori Android del momento, l’Asus ZenFone 6 potrebbe passare inosservato, soprattutto nel segmento di fascia alta ma il suo “oblio” potrebbe essere davvero un grave errore. Come sanno i tanti fan del brand, per il prossimo 16 maggio, è prevista un evento (nella città spagnola di Valencia) in cui una nuova serie dell’azienda taiwanese verrà presentata al mondo, ma già da un po’ di tempo e a maggior ragione proprio oggi 2 aprile, sono stati rilevati proprio alcuni dettagli interessanti dello smartphone che verrà.

Mentre la settimana scorsa appunto, la certificazione Wi-Fi ci ha segnalato solo l’approssimarsi dell’Asus ZenFone 6 e poco più, quest’oggi il passaggio Geekbench del device ci dice quanto potrebbe essere performante proprio l’ammiraglia prossima al lancio. Come segnalato dalla fonte MySmartprice.com, la procedura propedeutica alla presentazione, mette in risalto la presenza (a bordo del device) un processore octa-core Snapdragon 855 di Qualcomm, in abbinamento a 6 GB di RAM. Le prestazioni non sono per nulla da sottovalutare e mostrano un punteggio di 3.527 punti nel test single-core e 11.190 punti in multi-core. Siamo davvero al passo delle ammiraglie di altri costruttori Android ma quello Asus potrebbe avere un punto a suo favore.

Per la sua stessa strategia commerciale “ricorrente”, Asus ha sempre cercato di proporre le sue ammiraglie ad un prezzo inferiore rispetto a quelle dei concorrenti. Anche l’Asus ZenFone 6, nella sua variante più accessoriata visto che ce ne saranno di certo vari modelli, potrebbe restare sotto la soglia dei 700 euro, a differenza di esimi colleghi (basti pensare al Samsung Galaxy S10) e dunque catturare un segmento di pubblico ben più attento alle proprie finanze. Naturalmente, per il momento, possiamo solo muoverci nel campo delle ipotesi, non conoscendo la vera strategia del brand ma questa scelta sarebbe di certo la più sensata e quella che porterebbe a maggiori risultati di vendita immediati. Un mese e poco più e avremo conferma o meno di uno smartphone performante si ma meno costoso della media di mercato?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.