In Made in Italy i grandi stilisti italiani prenderanno vita con Stefania Rocca, Claudia Pandolfi e Raoul Bova

Tutti i dettagli della nuova serie di Canale 5 dal titolo Made in Italy

Made in Italy sarà una delle fiction che riempirà i palinsesti autunnali di Canale 5 con le sue prime quattro serate di cui è composta la prima stagione. Nelle scorse settimane abbiamo parlato del nuovo show tra l’inizio delle riprese in quel di Milano e la rivelazione che sarà proprio Raoul Bova a vestire i panni di un grande della moda italiana ovvero Giorgio Armani.

Adesso è Tv Sorrisi e Canzoni a tornare su Made in Italy svelando anche alcuni dettagli della serie e non solo per i ruoli che ricopriranno, tra gli altri, anche Stefania Rocca e Claudia Pandolfi, ma per lo sforzo produttivo fatto. Secondo quanto rivela il settimanale sembra proprio che le grandi firme della moda dell’epoca (la serie è ambientata negli anni ’70) abbia aperto i propri archivi permettendo al cast di indossare accessori e abiti originali, gli stessi finiti nelle passerelle e nelle riviste di tutto il mondo.

Made in Italy è coprodotta da Taodue Film e The Family per Mediaset, e nel cast, oltre a Raoul Bova, conterà anche Greta Ferro, Margherita Buy, Stefania Rocca, Claudia Pandolfi e Nicoletta Romanoff. Proprio quest’ultima vestirà i panni di Raffaella Curiel, mentre toccherà alla Pandolfi essere Rosita Missoni. Stefania Rocca vestirà i panni della grande Krizia mentre Marco Bocci sarà un fotografo. A loro si uniranno anche Fiammetta CicognaEva Riccobono, Valentina Carnelutti, Sergio Albelli, Giuseppe Cederna, Maurizio Lastrico e Saul Nanni.

La serie è stata girata a Milano ma anche in Marocco e a New York per la regia di Ago Panini e Luca Lucini. La storia sarà quella della figlia di immigrati che dal Sud sono arrivati al Nord e che per mantenersi agli studi inizia a lavorare nella redazione di Appeal.

La giovane avrà il volto di Greta Ferro e sarà lei presto a cavalcare l’onda del mutamento nella moda milanese e nella stessa cultura. La moda italiana è all’inizio della rivoluzione e della sua affermazione mentre sullo sfondo rimangono i grandi mutamenti sociali dalle proteste giovanili al divorzio e all’emancipazione della donna. La serie conquisterà il pubblico di Canale 5?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.