Needle | John Lennon, “Give Peace a Chance”

Perché il vinile è tornato per restare, parola di Red Ronnie!

145
CONDIVISIONI

50 anni fa John Lennon compose “Give Peace a Chance” durante il primo Bed-In con Yoko Ono ad Amsterdam dal 25 al 31 marzo del 1969. Lo registrò, con soli quattro microfoni, dal vivo nel secondo Bed-In di Toronto il 1° giugno insieme ad amici venuti a trovare la coppia, tra cui: Allen Ginsberg e Timothy Leary.

John aveva sposato Yoko a Gibilterra il 20 marzo 1969 e i due decisero di usare il clamore mediatico del loro matrimonio per fare una performance in favore della pace nel mondo e contro la guerra in atto in Vietnam. Così usarono la loro luna di miele ufficiale per chiudersi nella camera 702 dell’Hotel Hilton di Amsterdam che per 12 ore al giorno era aperta a giornalisti e amici. Visto l’album “Two Virgins”, pubblicato il 29 novembre dell’anno prima, dove nella copertina John e Yoko erano completamente nudi, citando un passo della Bibbia dove si racconta che Adamo ed Eva nell’Eden erano nudi e non provavano vergogna, tutti si aspettavano che in quella camera i due facessero sesso in pubblico. Questo desiderio pruriginoso della stampa fu disatteso e la coppia si vestì completamente di bianco ricevendo compostamente chi entrava sdraiata sul letto e coperta dalle lenzuola.

L’idea della canzone nacque in risposta a un giornalista che chiedeva a John cosa si aspettasse da questa settimana passata a letto e lui rispose d’istinto: “All we are saying is give peace a chance (Tutto quello che diciamo e: date una possibilità alla pace)”. Questa illuminazione piacque ai due e John iniziò a giocare con le note per dare una forma musicale a questo che diventò una sorta di mantra che accompagnava tutto il brano ed era intervallato da una specie di rap. “Give peace a chance” venne cantata varie volte nel Bed-In di Amsterdam e, una volta a Toronto, John e Yoko decisero di registrarla, in maniera molto artigianale e in presa diretta.

Stranamente il disco uscì con scritto che la canzone era stata composta da John insieme a Paul McCartney.  In seguito Lennon si rammaricherà della decisione, in quanto avrebbe preferito inserire Yoko come co-autrice e che comunque l’aver dato crediti a Paul era anche un modo per ringraziarlo per aver permesso di pubblicare come Beatles il brano “The ballad of John and Yoko”.

“Give peace a chance” è diventato un inno per il pacifismo e per la lotta contro la guerra in Vietnam. Questo non favorì certo il rapporto tra il governo degli Stati Uniti e John Lennon, che era visto come una minaccia alla sicurezza di stato. Già il secondo Bed-In, Lennon era stato costretto a farlo a Toronto, in Canada, perché in quel periodo gli era negata la possibilità di entrare negli Stati Uniti, con la scusa che nel 1968 era stato trovato in possesso di cannabis.

I documenti recentemente desecretati dimostrano come la CIA abbia complottato contro John Lennon fino a, secondo alcuni, ucciderlo usando un folle.

Rimarrà per sempre questo inno alla pace e tante altre iniziative che John e Yoko fecero per sensibilizzare la gente verso lo “stare pacificamente insieme”, culminate con il testo di “Imagine”.

A proposito di testi, ecco quello di “Give Peace a Chance”. Oggi è quasi incomprensibile, a parte il mantra centrale, in quanto legato a fatti dell’epoca e a giochi di parole con un umorismo tipico di John.

 

DATE UNA POSSIBILITÀ ALLA PACE

Due, uno due tre quattro
tutti parlano di
borsismo, pelismo, draghismo, mattismo, straccismo, etichettismo
questismo o quellismo, ismo, ismo, ismo.

Tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace
tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace

Dai!
Tutti parlano di ministri, sinistri, balaustre e scatolette
Vescovi, pescovi, rabbini e papocchi
E tanti saluti.

Tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace
Tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace

Senti!
Tutti parlano di
Rivoluzione, evoluzione, masturbazione,
Flagellazione, norme, integrazioni,
Meditazioni, Nazioni Unite,
Congratulazioni

Tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace 
Tutto ciò che noi diciamo è: offri una possibilità alla pace 

Tutti parlano di
John e Yoko,Timmy Leary, Rosemary,
Tommy Smothers, Bobby Dylan, Tommy Cooper,
Derek Taylor, Norman Mailer,
Alan Ginsberg, Hare Krishna,
Hare, Hare Krishna

Tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace
Tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace.

www.roxybar.tv

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.