John Malkovich in The New Pope in Piazza San Pietro a bordo della papamobile manda i veri fedeli in delirio

John Malkovich manda in tilt i fedeli presenti in Piazza San Pietro nei panni del Papa in The New Pope

5
CONDIVISIONI

Vi abbiamo già illustrato l’arrivo del set di John Malkovich in The New Pope ma quello che nessuno si aspettava è che l’attore presto sarebbe finito al centro di un vero e proprio scambio di persona. Secondo i primi rumors (visto che la trama e i dettagli del nuovo capitolo della serie sono blindatissimi) sembra che toccherà proprio a Malkovich prestare il volto a quello che potrebbe essere Jude Law ormai adulto e proprio in queste ore, a Piazza San Pietro, si sono girate alcune scene in esterna che hanno causato non poco trambusto.

L’attore insieme al resto del cast e degli addetti ai lavori, sono arrivati su via della Conciliazione e, in particolare, John Malkovich era a bordo dell’inconfondibile papamobile per attraversare la Piazza in una folla di centinaia di fedeli che, al di là delle transenne, lo aspettava. A quanto pare questi ultimi facevano parte delle comparse presenti per acclamare il passaggio del Papa con tanto di fiori gialli e bandierine, ma no tutti erano lì consapevoli di quello che stava succedendo.

Mentre John Malkovich era a bordo della papamobile (nera per l’occasione) alcuni ignari fedeli in Piazza proprio con la speranza di vedere Papa Francesco, sono andati in delirio così come i turisti che ieri mattina affollavano piazza San Pietro. I presenti alla fine hanno capito che si trattava proprio di un film o, meglio, delle riprese del nuovo capitolo della serie firmata proprio da Paolo Sorrentino ma questo non ha impedito loro di accogliere con applausi e flash il famoso attore.

Dopo Venezia, John Malkovich e il suo The New Pope hanno conquistato Roma, fino a quando continueranno le riprese e quando andrà in onda la nuova stagione? Sicuramente lo scopriremo nelle prossime settimane.

Ecco foto e video del momento:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.