Spotify diviso 2: potrebbe presto arrivare il piano Premium Duo

Si chiama Premium Duo il nuovo abbonamento che permetterà di divedere Spotify tra 2 persone

Spesse volte potreste aver avvertito l’esigenza di dividere Spotify con un’altra persona, senza però riuscire a mandare in porto la cosa. Fino a questo momento non esisteva un abbonamento che consentisse di dividere il servizio tra due persone, in modo da risparmiare qualcosa sul prezzo mensile finale. Ebbene, la piattaforma di streaming musicale più popolare al mondo deve avervi letto nel pensiero (a voi, e chissà a quanti milioni di altri utenti). L’abbonamento si chiama ‘Premium Duo‘, ed è in prova in 5 territori (colombiano, danese, cileno, irlandese e polacco, ndr.): il prezzo è di 12.49 euro/mese, cifra che consentirà a due persone di accedere allo stesso account. Il risparmio è innegabile tenendo presente che l’abbinamento singolo di Spotify viene a costare 9.99 euro mensili.

Premium Duo prevede l’introduzione di una nuova playlist (conosciuta con il nome di ‘Duo Mix‘), aggiornabile in automatico con le tracce musicali che tutti e due gli abbonati ascoltano (la similitudine rispetto alle già rinomate ‘Discover Weekly’ e ‘Daily Mix’ sarà palpabile, ve ne accorgerete subito). Non mancherà nulla all’abbonamento ‘Premium Duo’ di Spotify, visto che saranno incluse anche le playlist personali, che potrete anch’esse condividere con l’altro utente.

L’aggiunta di questo nuovo piano potrebbe essere stata pensata per limitare anche l’uso di quello ‘Famiglia‘, che, al prezzo di 14.99 euro/mese, permette di condividere l’abbonamento con 6 familiari (a detta della compagnia, sono molti quelli che usano condividere l’abbonamento con amici e conoscenti, violando quello che è il regolamento della piattaforma). Vedremo se, col tempo, la società deciderà di estendere l’utilizzo di Premium Duo, per l’accesso contemporaneo allo stesso account di Spotify da parte di due utenti, ad altri Paesi, tra cui l’Italia (per adesso il piano è in fase sperimentale, quindi i tempi potrebbero anche essere lunghi).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.