Fotografie subacquee con iPhone 11 da veri professionisti grazie all’ultimo brevetto?

L'azienda di Cupertino concentrata su un camera phone pronto a dare il meglio sott'acqua

7
CONDIVISIONI

Anche l’iPhoen 11 sarà forse un vero camera phone come è oramai di moda tra i dispositivi premium di vari brand (Huawei in primis). Tuttavia Apple è pronta ad estremizzare il concetto, per distinguersi pure  dalla concorrenza, puntando all”ottima qualità degli scatti addirittura sotto la superficie dell’acqua, dunque in modalità subacquea.

Già ad inizio marzo avevamo sottolineato come l’iPhone 11 potesse avere una vera e propria vocazione subacquea. In effetti un primo brevetto aveva messo in luce l’intenzione dell’azienda di Cupertino non solo di garantire un melafonino impermeabile ma pure in grado di funzionare in ogni suo aspetto nell’acqua dolce (e forse anche quella salata). Un nuovo progetto, rivelato dall’autorevole fonte AppleInsider, va ancora in questa direzione, in riferimento tuttavia al comparto fotocamera.

Presso l’ ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti  Apple avrebbe depositato proprio in queste ore una nuova domanda di brevetto (potenzialmente valida anche per l’IPhone 11) dal titolo alquanto esaustivo: “Dispositivi elettronici sommergibili con capacità di imaging”. L’idea di base sarebbe quella di mettere in campo un sistema che consente allo smartphone o altro dispositivo di rendersi conto di essere immerso in acqua per settare determinate impostazioni piuttosto che altre.

L’iPhone 11 potrebbe essere dunque dotato di sensori in gradi di misurare gli spettri di luce ambientale sopra e sott’acqua in maniera diversa. Ciò servirebbe per comprendere come impostare lo scatto in maniere corretta, considerando l’influenza di alcuni fattori. In primis lo smartphone potrebbe essere in grado di distinguere la maggiore o minore nitidezza dell’acqua,  l’eventuale profondità rispetto alla superficie e naturalmente la reale lontananza dell’oggetto che si vuole immortale. Raccolte tutte queste informazione il camera phone subacqueo potrebbe settare le modalità di scatto in un determinato modo e non in un altro, garantendo sempre il miglior risultato possibile.

Chiaro come si parli del brevetto in riferimento all’iPhone 11 ma il progetto depositato potrebbe restare nel cassetto ancora per un po’: scopriremo tuttavia ben presto quali saranno le prossime intenzioni di Apple in merito con eventuali nuove indiscrezioni sul prossimo melafonino.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.