Tutto quanto c’è di nuovo con EMUI 9.1 su smartphone Huawei e su quali modelli arriverà prima

Esperienza software rinnovata e decisamente migliorata sotto molti aspetti rispetto ad EMUI 9.0

51
CONDIVISIONI

Nella giornata di ieri 26 marzo, EMUI 9.1 ha fatto capolino sui nuovissimi Huawei P30 e P30 Pro. Si tratta di un aggiornamento incrementale rispetto ad EMUI 9, naturalmente sempre basato su Android 9 Pie ma che porta con se pure un gran numero di novità relative a determinate funzioni. I cambiamenti della nuova interfaccia per dispositivi Huawei sono tutti elencati in quest articolo, così come le prime informazioni relativi ai prossimi device che otterranno (appunto) l’update.

La prima cosa da dire è che EMUI 9.1 introduce, secondo quanto riferito anche dal produttore, miglioramenti nella velocità del sistema e dunque prestazioni più elevate per i device supportati. Prima di scendere nei particolari di natura tecnica tuttavia , va sottolineato che la nuova interfaccia porta con se anche alcuni cambiamenti di natura grafica, come nuovi sfondi dai colori accesi (frutto di una vera e propria collisione di materiali diversi come la seta e la vernice). Anche le icone di sistema sono state ridisegnate dagli sviluppatori, nel tentativo di apparire più realistiche rispetto al passato e dunque EMUI 9.0.

Scendendo nei dettagli, EMUI 9.1 contribuisce alle migliori prestazioni degli smartphone grazie ad alcuni accorgimenti: in luogo del file system F2FS  precedentemente adottato per la memoria flash del telefono e dunque per aumentare le prestazioni di lettura e scrittura dei contenuti, ora grazie alla nuova opzione EROFS, proprio la velocità di lettura casuale sarà del 20% più imnmediata. Ma non finisce qui, visto che, grazie alle ottimizzazioni a cui hanno lavorato gli sviluppatori, sarà possibile usufruire di una memoria personale extra valida per salvare fino a 1000 immagini o 500 canzoni in più. Il tutto, infine, senza dimenticare l’aspetto sicurezza, per una maggiore protezione dei file di sistema.

EMUI 9.1 per device Huawei introduce pure la GPU Turbo 3.0 con 25 nuovi titoli più che popolari. La nuova esperienza software dedicata a giocatori incalliti comporta un consumo energetico ridotto di ben il 10%. Più in generale, le prestazioni delle sessioni di gioco sono state ancora migliorate.. Ancora, una nuova funzione dell’ultima interfaccia è quella denominata Huawei Vlog, pensata per un più facile editing e per condivisione di video . Nuovi filtri automatici, effetti speciali nella velocità di una clip e ancora sottofondi musicali sono facilissimi da applicare ad un filmato appena girato con la fotocamera del telefono.

EMUI 9.1, ancora, introduce pure una serie di scorciatoie per strumenti molto utili nella vita quotidiana. Ad esempio, l’assistente Google può essere richiamato con la pressione di un solo secondo del tasto di accensione del telefono. Ancora, AR Measure (però solo sui nuovi Huawei P30 con specifico sensore ToF) consente di effettuare la misurazione di oggetti   nell’ambiente. E ancora, questa volta in abbinamento ad un nuovo notebook della serie MateBook attraverso la funzione OneHop , è possibile trasferire foto e video dal telefono, semplicemente  poggiando quest’ultimo sul computer portatile, in apposita area predisposta.

Gli ultimi due aspetti migliorativi che vale la pena riportare per EMUI 9.1  riguardano Huawei CarKey, ovvero la possibilità di sbloccare automaticamente una macchina, attraverso la funzione NFC del telefono e condividere questa operazione con altre  5 persone (per ora solo su automobili Audi dedicate ma presto anche su altri modelli). Infine, grazie alla nuovissima interfaccia, il telefono potrà essere collegato ad un tapis roulant o altro strumento di allenamento per ottenere dati sulle sessioni sportive e fornire dunque informazioni utili sugli andamenti di lavoro.

Come già noto e pure logico, EMUI 9.1 debutta su Huawwei P30 e P30 Pro e ci sono davvero pochi dubbi che arriverà a bordo anche del device di fascia media Huawei P30 Lite, non appena disponibile. Per quanto riguarda le altre serie, la prima a ricevere la nuova interfaccia sarà senz’altro quella Mate 20 e a seguire pure la P20, probabilmente con il prosieguo della primavera, al massimo con l’inizio dell’estate. Per i device più datati, purtroppo il produttore non ha fornito informazioni ufficiali, quindi non possiamo che attendere le prossime comunicazioni in merito.

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Commenti (1):
Pier Paolo giache

È chi ha ancora il p9plus.rimane fermo perché non gli inviano gli aggiornamenti….mai più Huawei

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.