Video, testo e traduzione di Barricades degli Editors, tra synth-pop crepuscolare e dark

Il singolo anticipa il vinile "The Blanck Mass Sessions", una raccolta di rivisitazioni in chiave elettronica dell'album "Violence" uscito lo scorso anno

7
CONDIVISIONI

Barricades degli Editors è una conferma all’ipotesi che tutti gli adoratori della band di Tom Smith considerano dagli esordi: le loro mensole sono cariche di vinili dei Cure, dei Joy Division, dei Kraftwerk, dei Dead Can Dance, dei Bauhaus e dei Depeche Mode. La voce profetica del frontman si fa strada nelle ferrovie tortuose della darkwave e del synth-pop, e gli Editors ci dimostrano che la corrente post-punk dei primi anni ’80 non è mai morta. Lo avevamo capito con All sparksThe racing ratsPapillon, ma la band di Stafford è ancora una degna portavoce di quelle correnti così crepuscolari e decadenti.

Barricades degli Editors è un’anticipazione del disco “The Blanck Mass Sessions” che uscirà in formato vinile il 13 aprile e con tiratura limitata in occasione del Record Store Day, ma che sarà presente su tutti gli store digitali dal 3 maggio. “The Blanck Mass Sessions” è una versione alternativa di “Violence” (2018), l’ultimo album in studio della band di Tom Smith. “The Blanck Mass Sessions” prende il nome dallo pseudonimo di Benjamin John Power, il produttore che la band aveva convocato dopo la fine delle registrazioni per “Violence” con l’idea di riprendere i brani del disco e ricomporli con una veste sonora diversa. L’album prese vita con il lavoro unificato di Power e del produttore Leo Abrahms, ma la band ritenne che le proposte del produttore Blanck Mass – John Power, appunto – fossero degne di nota.

“The Blanck Mass Sessions”, dunque, è una lista di tracce di “Violence” ricomposte sotto l’egida di Power e Barricades degli Editors è l’unico inedito presente nella prossima uscita in vinile. Il brano, un racconto sul fascino dell’amore maledetto e misterioso, è accompagnato da un arrangiamento elettronico e da un video interamente realizzato in CGI dagli Hi-Sim Studios di Bristol. Il risultato lo troviamo in quattro minuti di musica e immagini ipnotiche che fanno di Barricades degli Editors un singolo che si colloca nelle classiche sonorità della band, ma che rinnova la magia delle loro produzioni.

TESTO

[Verse 1]
How long could you wait for someone you love?
Just looking for the tunnels of light coming down from above
I was waiting by the phone, the moment you call, the moment you gave
Just tell me all your secrets and lies, your barricades

[Verse 2]
When it gets dark
Holding me back from falling, through tunnels of light emitted by you
I was waiting by the phone, the moment you call, the moment you gave
Where would I be without your secrets and lies, your barricades

[Chorus]
Don’t run away, don’t run away, don’t run away, don’t run away
Just barricade now
Don’t run away, don’t run away, don’t run away, don’t run away
Just barricade now, oh

[Verse 3]
A memory of you plucked from the pool
Just tell me have I met you before, did we play the fool
Serenade me while I sleep, keep us out of the walls, keep us out of sight
My memory’s playing tricks and game, the madness you loved, the tunnels of light

[Chorus]
Don’t run away, don’t run away, don’t run away, don’t run away
Just barricade now
Don’t run away, don’t run away, don’t run away, don’t run away
Just barricade now, oh
Don’t run away, don’t run away, don’t run away, don’t run away
Just barricade now
Don’t run away, don’t run away, don’t run away, don’t run away
Just barricade now, oh
Don’t run away now, just barricade now
Don’t run away, don’t run away, don’t run away, don’t run away
Just barricade now, don’t run away now, don’t run away now
Don’t run away, don’t run away, don’t run away, don’t run away
Just barricade now, oh
Don’t run away, don’t run away, don’t run away, don’t run away
Just barricade now, don’t run away now, don’t run away now
Don’t run away, don’t run away, don’t run away, don’t run away
Just barricade now, oh

[Outro]
How long could you wait for someone you love?
Just looking for the tunnels of light coming down from above.

TRADUZIONE

[Strofa 1]
Per quanto tempo aspetteresti qualcuno che ami?
Cercando tunnel di luce, giungendo dal profondo,
aspettavo che al telefono arrivasse la tua chiamata, una tua attenzione.
Raccontami i tuoi segreti e le tue bugie, i tuoi confini.

[Strofa 2]
Quando si fa buio,
trattenendomi dal cadere, attraverso i tunnel di luce che generi,
aspettavo che al telefono arrivasse la tua chiamata, una tua attenzione.
Dove sarei senza i tuoi segreti e le tue bugie, senza i tuoi confini?

[Ritornello]
Non scappare, non scappare, non scappare, non scappare,
proteggiti.
Non scappare, non scappare, non scappare, non scappare,
proteggiti.

[Strofa 3]
Un ricordo di te, fuori da quella piscina,
mi rimanda a quel momento in cui ti ho incontrata. Siamo stati stupidi?
Fammi una serenata mentre dormo, tienici distanti dai confini, dai pericoli.
La mia memoria gioca degli scherzi, la follia che hai amato, i tunnel di luce.

[Ritornello]
Non scappare, non scappare, non scappare, non scappare,
proteggiti.
Non scappare, non scappare, non scappare, non scappare,
proteggiti.
Non scappare, non scappare, non scappare, non scappare,
proteggiti.
Non scappare, non scappare, non scappare, non scappare,
proteggiti.
Non scappare, non scappare, non scappare, non scappare,
proteggiti.
Non scappare, non scappare, non scappare, non scappare,
proteggiti.
Non scappare, non scappare, non scappare, non scappare,
proteggiti.
Non scappare, non scappare, non scappare, non scappare,
proteggiti.
Non scappare, non scappare, non scappare, non scappare,
proteggiti.
Non scappare, non scappare, non scappare, non scappare,
proteggiti.

[Finale]
Per quanto tempo aspetteresti qualcuno che ami?
Cercando tunnel di luce, giungendo dal profondo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.