Svelata la trama dell’episodio di Grey’s Anatomy 15 con Kate, che senso ha ora la quarta sorella di Derek?

Arriva la sorella di Derek mai vista prima, e non da sola: la trama dell'episodio di Grey's Anatomy 15 con Kate

123
CONDIVISIONI

Annunciato lo scorso mese, l’episodio di Grey’s Anatomy 15 con Kate, la quarta sorella di Derek, andrà in onda negli USA su ABC l’11 aprile (in Italia a maggio su FoxLife).

Si tratta dell’episodio 15×21, dal titolo Good Shepherd (in italiano “Buon pastore”), che richiama proprio il cognome di Derek e delle sue sorelle. Probabilmente è un riferimento esplicito Kathleen, alias Kate, e al ruolo che avrà in quest’episodio o un semplice gioco di parole per introdurre il nuovo personaggio, che sarà interpretato dall’attrice di The Gifted Amy Acker.

La sinossi dell’episodio svela che Kate incontrerà non solo sua sorella Amelia ma anche Link, visto che i due sono in trasferta insieme per lavoro a New York. E stando alle anticipazioni sulle guest star dell’episodio, ci sarà anche Embeth Davidtz, quest’ultima già vista nel corso della serie nei panni di Nancy Shepherd, altra sorella del defunto Derek.

Ma davvero viene da chiedersi, a questo punto della serie, che senso ha tirare fuori una sorella di Derek sempre esistita off screen ma mai vista prima d’ora?

Questa fantomatica Kate non è mai apparsa né al funerale di Derek (liquidato con una sola scena, in realtà, quindi potenzialmente c’è stata ma non si è vista), né al matrimonio di Amelia con Owen come il resto della sua famiglia, tanto meno quando le è stato diagnosticato un tumore ed è stata operata d’urgenza, affrontando tutto da sola con l’unico aiuto dei colleghi, del suo ex marito e di Meredith. Ora si tira fuori dal cilindro una sorella che, fosse stata davvero tale, sarebbe perlomeno apparsa in momenti più importanti per Amelia, quelli felici come quelli tragici. E invece, all’ennesima ricerca del colpo di scena a tutti i costi, si piazza la prima apparizione di un personaggio che avrebbe potuto essere più funzionale in altri momenti pregnanti della trama, quando avrebbe avuto più senso e sarebbe stato più interessante da mostrare al pubblico. Invece Nancy apparirà quando Amelia sembra volersi rifare una vita, anche se senza grandi progetti per il futuro, ma accettando la fine del tumultuoso rapporto con Owen e lasciandosi andare ad una nuova passione, forse fugace o forse no, col collega Link. Probabilmente l’episodio servirà proprio ad affrontare le lacune del loro rapporto e l’incontro tra le due si risolverà in uno scontro sulle reciproche mancanze degli ultimi anni (difficile prevedere che si giochi sui toni della commedia, quando c’è di mezzo la melodrammatica Amelia).

La sensazione è che gli sceneggiatori di Grey’s Anatomy stiano un po’ raschiando il fondo del barile nel pescare appigli nuovi laddove avrebbero dovuto lasciare le cose come stanno, semplicemente perché certi espedienti narrativi risultano poco credibili se sviluppati in momenti della trama che non sono adatti ad ospitarli.

Ecco la sinossi dell’episodio, scritto da Julie Wong e diretto da Bill D’Elia, che sarà Amelia-centrico: “È decisamente un po’ standalone. È quasi come un piccolo film a sé stante” ha dichiarato in proposito l’interprete del personaggio Caterina Scorsone.

Amelia e Link vanno a New York per operare un paziente con una grave deformazione spinale, ma restano più di quanto avessero previsto quando Nancy li invita a casa sua per cena.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.