Don Backy parla di Adriano Celentano: “Ho la coscienza a posto, se vuole fare pace sono qui”

Nel 1968 abbandonò il Clan e il Molleggiato gli "rubò" una canzone, il loro silenzio reciproco dura da allora

3
CONDIVISIONI

In occasione della partecipazione a Vieni da me, lo show di Caterina Balivo in onda su Rai1, Don Backy parla di Adriano Celentano ancora una volta e ritorna a quel 1968 in cui le loro strade si lastricarono di veleno. Don Backy – al secolo Aldo Caponi – faceva parte dello storico Clan Celentano, l’etichetta discografica fondata dal Molleggiato. In quegli anni Caponi stava registrando un successo sempre crescente, e per questo Celentano gli aveva addirittura regalato un’auto lussuosa per celebrare le 400.000 copie vendute del 45 giri “Serenata”.

Mentre Don Backy parla di Adriano Celentano scopriamo che i loro rapporti si incrinarono quando si dovette parlare del Festival di Sanremo. A questo punto le versioni, nonostante siano passati più di 50 anni, restano ancora contrastanti. In quell’anno una nuova norma del Festival imponeva che un autore non poteva firmare da solo più di un brano. Don Backy aveva firmato CanzoneCasa bianca. La prima era destinata a Milva, mentre la seconda a Ornella VanoniMarisa Sannia. Il Clan intervenne e gli impose di far co-firmare Casa Bianca dal musicista Eligio La Valle per non infrangere il regolamento dell’Ariston. Al rifiuto di Don Backy il Clan gli impedì di partecipare come cantante, dunque Caponi strappò il contratto con l’etichetta discografica e uscì dal team. Canzone fu poi interpretata da Adriano Celentano e si classificò terza.

I due finirono in tribunale: Celentano denunciò Don Backy per la rottura del contratto, e Don Backy denunciò il Molleggiato per questioni di diritti d’autore. Ancora oggi tra i due esiste e insiste una guerra fredda, e durante la puntata di Vieni da me il cantautore toscano parla proprio del loro silenzio reciproco: «Io e Adriano non ci vediamo dal 1974, il giorno della prima udienza della causa che gli avevo intentato. Oggi se mi chiamasse per fare pace farei pace, io con la mia coscienza sono a posto. Ho perso la fiducia in lui, sono cinquant’anni che mi fa la guerra».

Don Backy parla di Adriano Celentano e afferma di sentirsi tranquillo pur non avendo più fiducia in lui, ma se il Molleggiato volesse fare pace troverebbe terreno fertile.

Per restare sempre aggiornato, aggiungi ai tuoi contatti su smartphone il numero 3770203990 e invia un messaggio WhatsApp con testo “NEWS”. Il servizio è completamente gratuito! In qualsiasi momento sarà possibile disdirlo inviando un messaggio con testo “STOP NEWS” allo stesso numero.

Commenti (1):

farfalla46

Don Backy sbaglia quando dice che vuole far pace con Celentano perchè Adriano non merita il suo perdono, infatti egli è sempre stato invidioso del suo luogotenente che ha scritto delle canzoni semplicemente divine come L’amore e L’immensità invece Adriano che secondo me non ha fatto nemmeno la prima elementare (N.B. egli stesso si è definito “il re degli ignoranti”) non è capace nemmeno di fare un uovo con un bicchiere come tutti i fans che veramente fanno pena in quanto Celentano è uno stonato (secondo quanto ha detto la stessa figlia Rosalinda) ed al Clan non ha fatto altro che derubare tutti i poveri cantanti (Don Bachy in primis) che cercavano semplicemente di lanciarsi nel mondo della musica mentre quell’orco di Celentano stava lì pronto a raccogliere a man bassa tutti i loro soldi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Se io fossi Don Backy eviterei persino di nominare il suo vecchio padrone, altro che fare pace dopo tutto quello che gli ha combinato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Una grandissima fan di DON BACKY

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.