Tom Payne dice addio a The Walking Dead e Jesus tagliando via i suoi capelli, nel suo futuro c’è Prodigal Son

Tom Payne dice addio al suo Jesus di The Walking Dead con un taglio iconico

21
CONDIVISIONI

La star di The Walking Dead Tom Payne ha ufficialmente detto addio a Jesus. Chi pensava di rivederlo presto sul set magari come nuova pedina per un potenziale crossover con Fear The Walking Dead o nei film dedicati a Rick Grimes si sbagliava e di grosso. L’amato Jesus della serie tv AMC è morto e sepolto e non solo nel senso letterale del termine per via di quello che gli è successo negli ultimi episodi della nona stagione ma perché Tom Payne ha deciso di tagliare il cordone ombelicale con lo show o, meglio, ai suoi lunghi e iconici capelli.

L’attore ha lasciato il suo ruolo nella nona stagione finendo con l’essere la prima vittima importante dei Whisperers e dopo tre anni dal suo ingresso in uno degli episodi più belli della serie in cui Daryl e Rick sapevano ancora fare coppia. I lunghi capelli che da sempre lo hanno caratterizzato adesso non ci sono più e lui stesso ha dato questo colpo al cuore ai fan postando sui social la foto delle lunghe ciocche riverse a terra.

Tom Payne chiude i conti con la serie AMC e pensa al futuro che gli ha regalato il posto di Finn Jones nel ruolo del protagonista in Prodigal Son, il pilot Fox prodotto da Greg Berlanti. Sembra che l’attore sia stato richiesto dopo una prima lettura del copione anche se non si capisce bene il perché reale di questo cambio di guardia nel ruolo di Malcolm Bright, esperto psicologo criminale che legge la mente degli assassini proprio per via del legame con uno di loro, il padre e noto serial killer.

L’episodio pilota sarà diretto da Lee Toland Krieger mentre Bellamy Young vestirà i panni della madre del protagonista, Jessica Whitly. I fan di Finn Jones dovranno attendere momenti migliori per rivederlo.

Ecco la foto postata da Tom Payne:

View this post on Instagram

New Beginnings…..

A post shared by Tom Payne (@thetpayne) on

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.