Più aggiornato di così non si può: il Samsung Galaxy Note 9 in prima linea

L'aggiornamento di marzo fa suo anche il Samsung Galaxy Note 9: N960FXXS2CSC1 per no brand Italia

3
CONDIVISIONI

Non ci è stato il Samsung Galaxy Note 9 a restare indietro, dando al precedente Note 8 solo qualche giorno di primato per quel che riguarda la ricezione dell’aggiornamento con la patch di sicurezza di marzo 2019, arrivata a bordo del phablet di passata generazione il 12 del mese. La serie firmware per il modello top di gamma risponde alla sigla N960FXXS2CSC1, contrassegnata da CSC N960FOXM2CSA7 e CHANGELIST 15193909. La build date risale al 4 marzo (molto, molto recente), un motivo in più per non esitare ad installarlo.

Il pacchetto in questione si rivolge ai Samsung Galaxy Note 9 no brand Italia (ovvero tutti quegli esemplari che non vedono apportato il marchio di un qualsivoglia operatore nazionale, ed è venduto direttamente dal produttore, senza intermediari di alcuna natura), e potrà essere scaricato via OTA (Over-The-Air) ad avvenuta ricezione della notifica (meglio se sotto rete Wi-Fi, anche se ormai di problemi di questo genere non dovreste averne, data l’enorme portata dei piani dati messi a disposizione dai gestori telefonici). Occhio anche alla batteria, la cui percentuale non deve scendere al di sotto del 50% nel pre-installazione (quello che dovrete evitare è che il dispositivo si spenga nel corso del processo).

Tranquilli anche sul fronte dati salvati: l’aggiornamento non li sfiorerà minimamente se è questo che vi preoccupa (magari siete nuovi, avete acquistato da poco il vostro Samsung Galaxy Note 9, e ancora non sapete bene come funzionano le cose, nessuno ve ne fa una colpa, ci mancherebbe), anche se la miglior cosa resta effettuarne un backup recente, contro qualsiasi eventualità (di suo l’installazione non comporta l’eliminazione dei dati dell’utente, ma non possiamo assicurarvi tutto vada a tutti liscio come l’olio, ed è quindi sempre meglio premunirsi dinanzi ad ogni possibilità). Fatte queste piccole premesse, adesso siete pronti a procedere senza remore in direzione dell’aggiornamento di marzo, il più recente disponibile in tutto il panorama Android.

Lascia un commento: