Devil May Cry 5 e le microtransazioni, promossa la strategia di Capcom

Dopo le polemiche da parte dello zoccolo duro della fanbase, rientra l'allarme inerente le microtransazioni nel nuovo capitolo della serie

1
CONDIVISIONI

Un’uscita immancabilmente parecchio attesa quella di Devil May Cry 5, il nuovo capitolo della serie hack ‘n slash targata Capcom che riporta sullo schermo l’intramontabile Dante, coadiuvato da due veri e propri scavezzacollo, Nero e V (vi rimando qui per la recensione del gioco). Il mezzo passo falso di DMC Devil May Cry – il tentativo di reboot della serie – ha senz’altro fatto bene agli addetti ai lavori che, dopo aver raddrizzato la rotta, hanno riportato la saga al suo naturale splendore.

Non sono però mancate polemiche ad accompagnare l’avvento di Devil May Cry 5 sugli scaffali: l’annuncio del supporto alle microtransazioni in questo nuovo capitolo ha infatti gettato ombre sulla produzione, con i fan storici che da subito hanno temuto il peggio in merito a una potenziale deriva pay to win. Una piccola digressione è d’obbligo sulla tipologia di microtransazioni disponibili: gli utenti possono scegliere di acquistare 100.000 sfere rosse alla modica cifra di 1,99€, mentre le gemme blu (che potenziano la barra della vita) saranno vendute in pacchetti da una (0,99€), da tre (1,99€) e da cinque (2,99€).

Preoccupazioni infondate quelle dei giocatori, dal momento che in Devil May Cry 5 si assiste a una vera e propria abbondanza in termini di ricompense, con le sfere rosse che pioveranno sontuose nei portafogli dei giocatori, pronte a potenziare le più disparate tecniche di Dante e soci.

A cosa servono dunque queste microtransazioni se nel gioco è così semplice conquistarne in totale autonomia? Ovviamente le sfere rosse acquistabili giungono in soccorso di tutti quei giocatori meno esperti della serie che possono trovare difficoltà nel concatenare combo su combo e quindi avranno a disposizione un minore quantitativo di ricompense a cui attingere per perfezionare il proprio pattern di mosse. La spesa minuscola richiesta per incrementare le scorte poi accentua ancor di più la marginalità delle microtransazioni nella produzione di Capcom, che le relega a ruolo di mero supporto all’interno dell’esperienza ludica.

Devil May Cry 5

Piattaforme: PS4, Xbox One, PC

Data Uscita: Disponibile

Miglior Prezzo Amazon: 59,99€

Lascia un commento: