Un Palmo Dal Cielo di Clementino racconta la quiete dopo la tempesta (audio e testo)

Il brano è una posizione, un traguardo che separa l'inferno dal paradiso per mostrare a tutti ciò che si prova quando si riprende in mano la propria vita

Se esiste un diario personale trasposto attraverso il flow come testimonianza di una luce ritrovata, Un Palmo Dal Cielo di Clementino è un esempio di quanto un cantante abbia da dire quando si discostano i rovi e si fende il buio con una nuova consapevolezza. A pochi giorni dall’uscita di “Tarantelle”, settimo appuntamento in studio per il rapper di Cimitile, Clemente Maccaro pubblica Un Palmo Dal Cielo e celebra la fine di una tempesta che lo ha tormentato a lungo.

Il rapper lo racconta con fierezza durante un’intervista e affida la sintesi a poche parole: «È tornato Clementino», dice, dopo aver affrontato diverse “tarantelle” – appunto – che la dipendenza dalla droga gli aveva inflitto. Oggi è un uomo nuovo, Clemente, e ringrazia la sua determinazione per aver superato il periodo più buio della sua vita. Un Palmo Dal Cielo di Clementino è un disegno chiaro e definito: «Adesso tutto intorno sembra più leggero», recita il testo su un beat lento e inoffensivo, una scelta che il produttore Yung Snapp ha sicuramente voluto per garantire più ossigeno alle rime e al senso della canzone.

Il significato delle liriche si traduce in una serie di sogni, quei momenti onirici che lo hanno accompagnato quando stava male e che oggi omaggia con questo brano intenso e intimista, per suggellare la conquista di una ripresa dei propri giorniUn Palmo Dal Cielo di Clementino è esattamente quella posizione millimetrale che separa l’inferno dal ritrovato paradiso, dove ora il rapper si colloca per guardare tutti, finalmente, da una posizione di conquistato vantaggio.

TESTO

E mentre dormi tra le braccia di Morfeo
Ti porterò ad un palmo dal cielo
E adesso tutto intorno sembra più leggero
Sogni che disegno nello stereo

Vedi che strano
Quando si chiudono gli occhi e tu stanco
Cerchi nel grano
La mia testa che affonda nel letto, il divano
Baby ci siamo
Ti racconto la storia dei sogni che ho fatto
Li realizziamo
Pure gli incubi, quelli che non s’hai da fa’
Si ma tien n’età
Le coperte per aria te fann agità
Cerca n’atu riman
Ho sognato un bambino con gli occhi miei, fra’
Tutti i miei fan
Ed un ladro che ruba una cosa che costa
Ho sognato gli infami
Ho sognato scappavo, ma non so da chi
E ho trovato ‘sto libro
Ho sognato che Pino Daniele era vivo
Nella musica dentro
Una macchina in viaggio e non c’era nessuno
Una donna col velo
Ho sognato mia nonna che dice “Clemente
Ascoltiamo ‘sto rap”
Ho sognato il mio cane che faceva festa
Ho sognato le giostre
E una notte ribelle, una notte di sesso
Ho sognato le coste
Che portavo spettacoli in comunità
Sogno la verità
E di togliere pietre, qui, dalla mia scarpa
Ho sognato pietà
Ho sognato che salvavo la mia famiglia
E con facilità
Nascondevo il mio corpo nella sicurezza
Ero in braccio a papà
Ho sognato la mia mente saltare là
Oltretutto ci sta
E la brezza del mare che poi mi accarezza
Verso la libertà
Verso la libertà

E mentre dormi tra le braccia di Morfeo
Ti porterò ad un palmo dal cielo
E adesso tutto intorno sembra più leggero
Sogni che disegno nello stereo
E mentre dormi tra le braccia di Morfeo
Ti porterò ad un palmo dal cielo
E adesso tutto intorno sembra più leggero
Sogni che disegno nello stereo

La mia magia
Ho sognato un amico che poi andava via
Ho sognato Maria
Ho sognato la pace nella mia follia
La giustizia divina
Ho sognato dei pacchi di weeda bollita
Ho sognato la vita
Ho sognato il casino e la tanta energia
Le partite alla play
Una tipa che parte e non ci tengo a lei
Ho sognato i freestyle
Con il sole nascosto a occhi da fish eye
E la pubblicità
Palazzine che sono bellezze d’Italia
Monumenti città
E dentro l’anima
Se vuoi fare un monologo, fallo per bene
Solo se gli interessa
Fatti trovare più preparato di sempre
Quando arriva il regista
L’occasione che passa tu prendila al volo
Sogni di cartapesta
Ho sognato di essere una grande rap-star
La mia vita di adesso

E mentre dormi tra le braccia di Morfeo
Ti porterò ad un palmo dal cielo
E adesso tutto intorno sembra più leggero
Sogni che disegno nello stereo
E mentre dormi tra le braccia di Morfeo
Ti porterò ad un palmo dal cielo
E adesso tutto intorno sembra più leggero
Sogni che disegno nello stereo

Lascia un commento: