Importanti novità su WhatsApp: la beta 2.19.74 anticipa l’aggiornamento con browser integrato

Ci sono alcune anticipazioni importanti che possiamo condividere con voi oggi 15 marzo sul prossimo aggiornamento di WhatsApp

Un fine settimana davvero ricco di spunti interessanti quello che ci apprestiamo a vivere dal punto di vista di WhatsApp. In mattinata vi abbiamo parlato di alcune interessanti novità ormai alle porte per quanto concerne la possibilità di effettuare pagamenti direttamente tramite l’app, come potrete notare dal nostro articolo, ma oggi 15 marzo è importante trattare lo sviluppo dell’app anche sotto un altro punto di vista. A breve, infatti, sarà disponibile un aggiornamento con cui cambierà in modo radicale il modo in cui siamo abituati ad interagire coi link che vengono forniti tramite l’app di messaggistica.

Secondo quanto riportato da WABetaInfo, infatti, sarebbero già scattati i test per implementare nel più breve tempo possibile un browser interno a WhatsApp. Cosa comporterà una scelta di questo tipo? In pratica quando apriremo un link che ci verrà segnalato all’interno dell’app, non avremo più la necessità di uscire dall’applicazione per consultare il contenuto della pagina. Al momento non è chiaro se una mossa di questo tipo avrà degli effetti positivi e tangibili dal punto di vista della sicurezza.

Chiaro il riferimento ai link che rimandano a potenziali minacce per i destinatari, in riferimento ad una pratica sempre più utilizzata da malintenzionati. Di sicuro si sa che tutto virerà attorno allo standard WebView v66, con la possibilità di sfruttare al massimo la funzionalità Safe Browsering. Così facendo saremo avvertiti quando ci ritroveremo a visitare siti non ritenuti sicuri. Come accennato, però, al momento non abbiamo ulteriori dettagli sotto questo punto di vista.

Non resta che attendere la disponibilità della beta 2.19.74, quella in cui oggi 15 marzo ha fatto il suo esordio la funzione in questione. Nei prossimi giorni ne sapremo sicuramente di più su questa nuova svolta in arrivo per WhatsApp, secondo quanto trapelato fino a questo momento.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.