Live Non è la d’Urso fa girare le sfere al pubblico tra le provocazioni di Heather Parisi e il mansueto Corona ma senza sforzo creativo

Domenica Live diventa Non è la d'Urso ma la novità dov'è?

221
CONDIVISIONI

Non vorremmo citare Vladimir Luxuria ma sicuramente le uniche sfere che hanno girato non sono state quelle degli opinionisti ieri sera davanti alla prima puntata di Live Non è la d’Urso.

Ironico titolo o chiaro riferimento a Massimo Giletti e il suo Non è l’Arena? Non lo sappiamo ancora ma il fatto è che l’unica cosa che potrebbe spiegare realmente il titolo di questo “nuovo” modo di fare infotainment in prima serata è il fatto che Barbara d’Urso ha permesso agli ospiti e gli opinionisti di dire la loro forse un po’ troppo visto che il programma è finito quasi all’1 e 30 di notte ma senza scalfire l’entusiasmo e la forza della conduttrice già pronta a dare appuntamento al suo pubblico per la diretta di oggi di Pomeriggio 5.

Le provocazioni di Heather Parisi (tra “mi chiamavano frocia” e la sua famiglia allargata) e il mansueto Corona pronto a chiedere scusa senza parolacce, colpi di testa e fuga dalle telecamere, non sono bastati a rendere indimenticabile questa prima puntata del Live Non è la d’Urso che si riduce ad essere la trasposizione di Domenica Live in prima serata con le uniche novità proprio le sfere che ospitavano gli agguerriti, diciamo così, opinionisti.

Stessi volti di Domenica Live e Pomeriggio 5, stessi temi siglano il trionfo del dursismo e di Barbara d’Urso che rimane fossilizzata su quello che già tutti conosciamo e che non riesce a regalare una vera e propria svolta deludendo un po’ le alte aspettative che tutti avevano nei confronti del programma. Il trash e le provocazioni che di solito al pomeriggio creano dei veri e propri tsunami anche sui siti specializzati alla fine non ci sono stati ed è stato inutile mostrare ad Al Bano e Loredana Lecciso le vecchie immagini di repertorio (con Romina Power annessa) per creare scompiglio o parlare con Heather Parisi di Lorella Cuccarini e delle ultime polemiche.

Niente ha giocato a favore della conduttrice se non un format che ormai si è cucita addosso e che il suo pubblico adora ma lasciando con l’amaro in bocca chi si aspettava un guizzo o uno sforzo in più proprio per via di questi dieci anni passati a costruire meccanismi televisivi che la d’Urso ha fatto propri. Siamo sicuri che il pubblico avrebbe potuto fare a meno di una Domenica Live in prima serata e se gli ascolti della prima puntata saranno positivi non è detto che lo stesso succeda mercoledì prossimo. Occhio alle sfere dunque perché le prossime a girare potrebbero essere proprio quelle della conduttrice e dei vertici Mediaset.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.