Felicity Huffman di Desperate Housewives arrestata per corruzione ma già libera grazie al marito William H. Macy e 250 mila dollari

Arresto lampo per Felicity Huffman di Desperate Housewives accusata di corruzione

65
CONDIVISIONI

Una brutta storia ha travolto la bella Felicity Huffman di Desperate Housewives che ha appeso al chiodo i suoi vestiti da Lynette Scavo ma non l’amore per i figli e per la famiglia, quello capace da spingerla a fare qualsiasi cosa. Questa volta non c’è di mezzo un morto come nella famosa serie ma una truffa in cui l’attrice sembra essere coinvolta e che riguarda l’ammissione al college della figlia dietro una mazzetta da 15 mila dollari.

Proprio nelle scorse ore, Felicity Huffman è stata accusata dai procuratori federali di corruzione per aver commesso frodi postali e frodi tramite posta elettronica all’interno di quello che è stato etichettato come lo scandalo Bribery Judge Over College.

Secondo quanto ha fatto sapere il tribunale federale sembra che nel caso siano travolte ben oltre 50 persone, tra cui l’ attrice e una sua collega, Lori Loughlin di Fuller House: “Decine di persone sono state coinvolte in una tresca a livello nazionale che ha facilitato di imbrogliare gli esami di ammissione all’università e l’ammissione di studenti ad élite come presunte reclute atletiche“.

Insieme a loro sono finiti sotto accusa anche gli allenatori atletici di Yale, Stanford, la University of Southern California, Wake Forest e Georgetown, tra gli altri, così come alcuni genitori e gli amministratori degli esami, secondo quanto si evince dal comunicato. In particolare, l’attrice è finita sotto accusa per aver pagato 15mila dollari per permettere alla figlia maggiore, Sofia, di ottenere un punteggio SAT maggiore.

Durante l’udienza di martedì, in Tribunale si è presentato il marito di Felicity Huffman, l’attore e protagonista di Shameless William H. Macy, che ha affrontato le telecamere e i paparazzi per rimanere al fianco dell’amata moglie. Secondo quanto riporta Deadline, mentre il giudice leggeva le accuse contro sua moglie, l’attore, 69 anni, si trovava seduto a testa bassa con le famiglie di altri imputati.

Sempre secondo i giornali americani sembra che l’attore abbia sborsato 250 mila dollari come cauzione per riavere la moglie in libertà 12 ore dopo l’arresto e i due abbiano lasciato il Tribunale non prima che l’attrice consegnasse il suo passaporto. Il 29 marzo prossimo ci sarà l’udienza che potrebbe mettere fine a questo triste capitolo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.