Luke Perry nel revival di Beverly Hills 90210 con un omaggio alla memoria: “Troveremo il modo di onorarlo”

CBS annuncia che ci sarà anche Luke Perry nel revival di Beverly Hills 90210: come sarà ricordato l'attore recentemente scomparso?

1
CONDIVISIONI

Non avrebbe fatto parte del cast del progetto, ma dopo la sua morte ci sarà comunque anche Luke Perry nel revival di Beverly Hills 90210, con un omaggio alla memoria dell’attore voluto dai produttori e dai colleghi.

Il revival, che è nato da un’idea dell’interprete di Donna Summer Tori Spelling, troverà un modo per onorare Luke Perry anche se il defunto attore non era atteso tra i volti della nuova serie, ha detto il presidente della CBS TV Studios David Stapf parlando con altri dirigenti dell’emittente alla Conferenza INTV di Keshet a Gerusalemme.

Stapf ha raccontato che la Spelling, figlia di Aaron che fu creatore della serie assieme a Darren Star, ha avuto l’idea di riportare in tv lo storico teen drama durante un incontro con Ghen Maynard, il capo della programmazione alternativa della CBS, incontrando l’entusiasmo di molti degli ex colleghi: “Ci ha provato e ci è riuscita, ha letteralmente messo insieme l’intero cast, erano tutti d’accordo“.

La notizia del revival è stata annunciata ufficialmente da Fox il mese scorso, lo stesso giorno in cui Luke Perry, che nella serie ha interpretato il rubacuori ribelle Dylan McKay, è stato ricoverato d’urgenza in ospedale dopo aver subito un grave ictus. A soli 52 anni, l’attore è morto poche ore dopo il malore lasciando una compagna e due figli dal precedente matrimonio.

Stapf ha confermato che Perry sarà onorato in qualche modo nel nuovo show, starà agli sceneggiatori decidere in che modo ricordarlo (così come hanno promesso di fare anche i produttori di Riverdale).

Sarebbe stato uno dei pochi a non farne parte, perché era impegnato nelle riprese di Riverdale, ma lo ricorderemo. Il modo in cui lo faremo deve ancora essere deciso. Sta agli scrittori capire come fare.

Sebbene il nuovo 90210 sia prodotto da CBS TV Studios, Stapf ha dichiarato che “alla fine abbiamo deciso che la sua destinazione migliore – non solo in modo creativo ma anche finanziario – sarebbe stata Fox, dove è stato trasmesso originariamente“, individuando nel canale che storicamente ha programmato Beverly Hills la migliore piattaforma per distribuire il progetto.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.