Debutto assoluto dello Xiaomi Mi8, adesso con LineageOS 16

La prima volta dello Xiaomi Mi8 con la LineageOS 16: il device entra a far parte del branco

37
CONDIVISIONI

Se siete amanti del modding e possessori dello Xiaomi Mi8, questa per voi potrebbe essere una giornata memoriabile: per la prima volta nel suo ciclo di vita, il device si unisce al progetto LineageOS, arrivato alla build 16, basata su Android 9.0 Pie. Un traguardo che molti attendevano, e che finora non era stato mai raggiunto dal dispositivo, nemmeno con le precedenti build della versione 15.1. Si tratta del quarto dispositivo del colosso cinese a mettersi in gioco in questo senso, dopo i Mi Note 3, POCO F1 e Mi MIX 2S.

Un debutto che capita a fagiolo per lo Xiaomi Mi8, un ex top di gamma ancora molto apprezzato, e che può tranquillamente reggere il confronto con i device di fascia media da poco presentati. Tenete presente che prima di installare la LineageOS 16 a bordo dello Xiaomi Mi8 dovrete sbloccare il bootloader ed installare la recovery modificata TWRP (operazioni di routine, ma che ad alcuni di voi potrebbero risultare sconosciute). Dopo di che, potrete procedere al flash di una delle nightly disponibili, da scaricare a questo indirizzo (facendo sempre la massima attenzione durante il processo; non si tratta di un’operazione troppo elaborata, ma che deve essere svolta seguendo per bene tutti i passaggi per non mandare in brick il device).

Il momento è di quelli da ricordare per tutti i possessori dell’amato dispositivo, che pare stia invecchiando proprio bene, con riconoscimenti pronti a piovere da più parti. Un motivo di più per comprarlo, qualora steste ponderando la cosa, visto anche il prezzo a cui ormai è possibile reperirlo sui vari store specializzati. Lo Xiaomi Mi8 non ha bisogno di presentazioni, se siete finiti qui è perché ne conoscete le principali caratteristiche, e quello che può offrire a medio termine: il supporto della LineageOS 16 non fa che accrescerne l’appeal, insieme al rapporto qualità/prezzo che può vantare. Ci farete un pensierino?

Commenti (1):

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.