I Negramaro a Caserta in Napul’è di Pino Daniele con Enzo Avitabile, sullo stesso palco del medley del 2013 (video)

I Negramaro a Caserta in Napul'è di Pino Daniele con Enzo Avitabile, un omaggio al bluesman partenopeo che si era esibito con loro su quello stesso palco nel 2013

70
CONDIVISIONI

I Negramaro a Caserta in Napul’è con Enzo Avitabile hanno reso omaggio alla memoria di Pino Daniele nella sua terra, unendo in un coro potente e unanime le voci del pubblico del Palamaggiò.

Si tratta dello stesso palazzetto in cui, nel 2013, la band si esibì ospitando sul palco proprio il bluesman partenopeo per un medley a due voci con Giuliano Sangiorgi: in quell’occasione, durante Una storia semplice Tour, il frontman dei Negramaro eseguì in versione acustica con Pino Daniele due dei suoi classici più amati, Quando e Quanno Chiove. Ma in quella performance trovò spazio anche un successo dei Negramaro, Un passo indietro. Una sorpresa apprezzatissima dal pubblico casertano, come apprezzatissimo fu l’omaggio che la band gli fece nel dicembre del 2015, sempre a Caserta, quando Daniele era morto proprio all’inizio di quell’anno, il 4 gennaio, dopo una vana corsa dalla Maremma a Roma in preda ad un attacco cardiaco.

I Negramaro hanno voluto ricordare l’amico cantautore anche in occasione di Amore Che Torni Tour Indoor 2019, la tranche invernale di concerti nei palazzetti che fa seguito a quella negli stadi della scorsa estate: in occasione della prima delle due date al Palamaggiò di Castel Morrone (CE) – venerdì 8 e sabato 9 marzo, entrambe sold out in prevendita – Giuliano Sangiorgi ha reso omaggio a Pino Daniele con un’esibizione speciale, accompagnando al piano Enzo Avitabile, uno dei musicisti di Napoli Centrale che ha condiviso per decenni il palco con Daniele.

Il loro duetto non poteva che essere sulle note di un classico di Pino Daniele: per aggiungere al tributo all’amico quello alla terra in cui si sono esibiti, Evitabile e Sangiorgi hanno duettato sulle note di Napul’è, accompagnati dalle voci del pubblico unite in un sol coro.

Il video di quel momento, realizzato da Stefania Brovetto, è stato condiviso dalla band per rendere partecipe tutto il pubblico del ricordo di “un amico infinito e infinito artista” con “un coro unico dalla tua terra fino al cielo“.

A Roma, invece, nel giorno della nascita di Lucio Battisti, Sangiorgi aveva scelto di rendergli omaggio intonando Il mio canto libero.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.