Tempo di aggiornamenti per Huawei P20, Mate 20 e Mate 20 Pro il 7 marzo: si parte dalla B203

Segnalati in Germania alcuni firmware interessanti e presto in arrivo anche in Italia secondo quanto trapelato stamane

28
CONDIVISIONI

Giornata ricca di novità per alcuni produttori di smartphone Android, considerando il fatto che oggi 7 marzo è possibile parlarvi di un nuovo aggiornamento per Huawei P20, Mate 20 e Mate 20 Pro. Un punto della situazione necessario, dunque, per comprendere i passi in avanti che sono stati fatti dal produttore asiatico, soprattutto considerando il fatto che pochi giorni fa sulle nostre pagine vi avevamo parlato di una nuova patch per il P20. In quel caso, a sorpresa, eravamo stati costretti ad evidenziare che si trattasse del pacchetto software di gennaio.

Per quanto riguarda il cosiddetto Huawei Mate 20 Pro, il nuovo aggiornamento porta con sé la sigla B198 e, secondo quanto riportato dal sito tedesco HuaweiBlog.de, al momento non si registrano ancora segnalazioni da parte di utenti che lo abbiano ricevuto via OTA. In questo particolare contesto, infatti, si menziona solo un tweet da parte della divisione locale del produttore che annuncia a conti fatti l’avvio del rollout del pacchetto software.

Qualche dettaglio in più su Huawei Mate 20, anche in questo caso in procinto di ricevere l’aggiornamento B198, con un peso che dovrebbe essere di poco superiore ai 300 MB e la patch di febbraio fresca di rilascio. A giorni la toccheremo con mano anche qui in Italia. Discorso analogo per Huawei P20, in riferimento all’aggiornamento B203. In questo frangente si parla di un pacchetto software in grado di superare i 400 MB, con novità che, una volta arrivate anche in Italia, potrebbero farci andare oltre l’intervento per la sicurezza di febbraio.

Insomma, avete davvero tanto da analizzare in queste ore a proposito dell’aggiornamento di febbraio, in riferimento ad alcuni che sono emersi oggi 7 marzo per i tanti utenti che si ritrovano con un Huawei Mate 20 Pro, Mate 20 e soprattutto un Huawei P20. A voi è già arrivata la notifica per procedere?

Lascia un commento: