David di Donatello, tutte le nomination, in testa Dogman di Garrone con 15 candidature

Grande attesa per lo scontro tra i big del cinema italiano, premiati il 27 marzo su Rai1.

4
CONDIVISIONI

Oggi, 19 febbraio 2019, sono state rese note le candidature ai Premi David di Donatello 2019, comunicate da Piera Detassis, Presidente e Direttore artistico dell’Accademia, che assegna fin dal 1950 le statuette di quello che è il più importante premio del cinema italiano.

I film in gara per i Premi David di Donatello 2019, usciti nei cinema dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018 e votati dall’8 al 31 gennaio 2019 dai membri della Giuria dell’Accademia, hanno titoli ormai noti per il pubblico italiano. Dogman di Matteo Garrone guida il drappello dei favoriti con 15 nomination, seguito da Capri-Revolution  di Mario Martone con 13 e Chiamami col tuo nome di Luca Giadagnino con 12, a pari merito con Loro di Paolo Sorrentino.

Premi David di Donatello 2019: i possibili vincitori

C’è un testa a testa tra Dogman e Chiamami col tuo nome, che si scontreranno per le categorie di miglior film e miglior regia, miglior produttore, fotografia, scenografia e poi ancora migliore costumista, trucco, acconciatore, montatore, suono.

Per quanto riguarda Capri Revolution invece tra le sue tante nomination manca proprio quella per il miglior film – mentre invece Martone è candidato tra i registi. E tra le tante nomination di Loro, si noteranno le vistose assenze del miglior film e della regia, con Sorrentino escluso dalla cinquina.

Una sfida aperta dunque, che segna lo scontro cinematografico tra i grandi registi italiani, tra i quali spiccano finalmente i nomi di due donne: Valeria Golino e ed Alice Rohrwacher, in gara rispettivamente con Euforia Lazzaro Felice, pellicole che già hanno riscosso un enorme successo nei cinema, ed ora si trovano a concorrere per il titolo di miglior film, e soprattutto miglior regia.

Premi David di Donatello 2019: gli altri titoli in gara

Non sono solo questi i nomi dei film che prenderanno parte all’evento:  gareggiano tra i vari titoli  anche I moschettieri del re- La penultima missione, A casa tutti bene, Ride ed Hotel Gagarin. Da segnalare anche la presenza di Sulla mia pelle, film del regista esordiente Alessio Cremonini, dedicato alla memoria di Stefano Cucchi e prodotto da Netflix,che gareggia nelle categorie di miglior attore protagonista con Alessandro Borghi, miglior attrice non protagonista con Jasmine Trinca, miglior film, miglior regista esordiente, miglior sceneggiatura originale, miglior produttore, migliore musicista, truccatore, e montatore.

Alessandro Borghi, favorito tra gli attori protagonisti, non è l’unico a fare notizia. Tra i nomi degli attori e delle attrici in gara spiccano quelli di Alba Rohrwacher, sorella della regista, in gara come miglior attrice protagonista in Troppa grazia, e Riccardo Scamarcio, protagonista di Euforia. Menzione a parte va fatta per Ennio Fantastichini, recentemente scomparso, che aveva preso parte al film Fabrizio De Andrè-Il principe libero, e che presenzia tra le nomination del miglior attore non protagonista.

I vincitori saranno proclamati mercoledì 27 marzo su RAI 1 con una cerimonia condotta da Carlo Conti, e per la prima volta vedranno una sostanziale differenza di regolamento. L’edizione del 2019 infatti vede una modifica nel sistema di voto ed una nuova giuria, in modo tale da rispettare le esigenze contemporanee, e la nascita del David dello Spettatore. Per sapere quali sono tutti i titoli in gara ai prossimi Premi David di Donatello 2019 è possibile consultare l’elenco ufficiale  appena rilasciato con il conteggio delle nomination totali:

 

MIGLIOR FILM

Chiamami col tuo nome di Luca GUADAGNINO

Dogman di Matteo GARRONE

Euforia  di Valeria GOLINO

Lazzaro felice di Alice ROHRWACHER

Sulla mia pelle di Alessio CREMONINI

 

MIGLIOR REGIA

Mario MARTONE, Capri-Revolution di

Luca GUADAGNINO, Chiamami col tuo nome

Matteo GARRONE, Dogman

Valeria GOLINO, Euforia

Alice ROHRWACHER, Lazzaro felice

 

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA

Marianna FONTANA, Capri-Revolution

Pina TURCO, Il vizio della speranza

Elena Sofia RICCI, Loro

Alba ROHRWACHER, Troppa grazia

Anna FOGLIETTA, Un giorno all’improvviso

 

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

Marcello FONTE, Dogman

Riccardo SCAMARCIO, Euforia

Luca MARINELLI, Fabrizio De André – Principe libero

Toni SERVILLO, Loro

Alessandro BORGHI, Sulla mia pelle

 

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

 

Donatella FINOCCHIARO, Capri-Revolution

Marina CONFALONE, Il vizio della speranza

Nicoletta BRASCHI, Lazzaro felice

Kasia SMUTNIAK, Loro

Jasmine TRINCA, Sulla mia pelle

 

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Massimo GHINI, A casa tutti bene

Edoardo PESCE, Dogman

Valerio MASTANDREA, Euforia

Ennio FANTASTICHINI, Fabrizio De André – Principe libero

Fabrizio BENTIVOGLIO, Loro

 

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE – PREMIO GIAN LUIGI RONDI

Luca FACCHINI, Fabrizio De André – Principe libero

Simone SPADA, Hotel Gagarin

Fabio e Damiano D’INNOCENZO, La terra dell’abbastanza

Valerio MASTANDREA, Ride

Alessio CREMONINI, Sulla mia pelle

 

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE

Matteo GARRONE, Massimo GAUDIOSO, Ugo CHITI, Dogman

Francesca MARCIANO, Valia SANTELLA, Valeria GOLINO, Euforia

Fabio e Damiano D’INNOCENZO, La terra dell’abbastanza

Alice ROHRWACHER, Lazzaro felice

Alessio CREMONINI, Lisa Nur SULTAN, Sulla mia pelle

 

MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

James IVORY, Luca GUADAGNINO, Walter FASANO, Chiamami col tuo nome

Stephen AMIDON, Francesca ARCHIBUGI, Francesco PICCOLO, Paolo VIRZÌ, Ella & John (The Leisure Seeker)

Stefano MORDINI, Massimiliano CATONI, Il testimone invisibile

Oscar GLIOTI, Valerio MASTANDREA, Johnny PALOMBA, ZEROCALCARE, La profezia dell’armadillo

Nicola GUAGLIANONE, Luca MINIERO, Sono tornato

 

MIGLIOR PRODUTTORE

Chiamami col tuo nome, Luca GUADAGNINO, Emilie GEORGES, Peter SPEARS, Marco MORABITO, Rodrigo TEIXEIRA, James IVORY, Howard ROSENMAN

Dogman, ARCHIMEDE, LE PACTE con  RAI CINEMA

La terra dell’abbastanza, Agostino, Giuseppe e Maria Grazia SACCÀ per PEPITO PRODUZIONI, con  RAI CINEMA

Lazzaro felice, Carlo CRESTO-DINA per TEMPESTA, con RAI CINEMA in coproduzione con AMKA FILMS PRODUCTIONS, AD VITAM PRODUCTION, KNM, POLA PANDORA

Sulla mia pelle, CINEMAUNDICI, LUCKY RED

 

MIGLIOR AUTORE DELLA FOTOGRAFIA

Capri-Revolution, Michele D’ATTANASIO

Chiamami col tuo nome, Sayombhu MUKDEEPROM

Dogman, Nicolaj BRÜEL

La terra dell’abbastanza, Paolo CARNERA

Lazzaro felice, Hélène LOUVART

 

MIGLIORE MUSICISTA

A casa tutti bene, Nicola PIOVANI

Capri-Revolution, Sascha RING, Philipp THIMM

Dogman, Michele BRAGA

Euforia, Nicola TESCARI

Loro, Lele MARCHITELLI

Sulla mia pelle, MOKADELIC

 

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE

“L’INVENZIONE DI UN POETA”, A casa tutti bene

“ARACEAE”, Capri-Revolution

“MISTERY OF LOVE”, Chiamami col tuo nome

“‘A SPERANZA”, Il vizio della speranza

“‘NA GELOSIA”, Loro

 

MIGLIORE SCENOGRAFO

Capri-Revolution, Giancarlo MUSELLI

Chiamami col tuo nome, Samuel DESHORS

Dogman, Dimitri CAPUANI

Lazzaro felice, Emita FRIGATO

Loro, Stefania CELLA

 

MIGLIORE COSTUMISTA

Capri-Revolution, Ursula PATZAK

Chiamami col tuo nome, Giulia PIERSANTI

Dogman, Massimo CANTINI PARRINI

Lazzaro felice, Loredana BUSCEMI

Loro, Carlo POGGIOLI

 

MIGLIOR TRUCCATORE

Capri-Revolution, Alessandro D’ANNA

Chiamami col tuo nome, Fernanda PEREZ

Dogman, Dalia COLLI, Lorenzo TAMBURINI

Loro, Maurizio SILVI

Sulla mia pelle , Roberto PASTORE

 

MIGLIOR ACCONCIATORE

Capri-Revolution, Gaetano PANICO

Chiamami col tuo nome, Manolo GARCIA

Dogman, Daniela TARTARI

Loro, Aldo SIGNORETTI

Moschettieri del re – La penultima missione, Massimo GATTABRUSI

 

MIGLIORE MONTATORE

Capri-Revolution, Jacopo QUADRI, Natalie CRISTIANI

Chiamami col tuo nome, Walter FASANO

Dogman, Marco SPOLETINI

Euforia, Giogiò FRANCHINI

Sulla mia pelle, Chiara VULLO

 

MIGLIOR SUONO

Capri-Revolution

Chiamami col tuo nome

Dogman

Lazzaro felice

Loro

 

MIGLIORI EFFETTI VISIVI

Capri-Revolution, Sara PAESANI, Rodolfo MIGLIARI

Dogman, Rodolfo MIGLIARI

Il ragazzo invisibile – Seconda generazione, Victor PEREZ

La befana vien di notte, Rodolfo MIGLIARI, Monica GALANTUCCI

Loro, Simone COCO, James WOODS

Michelangelo – Infinito, Giuseppe SQUILLACI

 

MIGLIOR DOCUMENTARIO

Arrivederci Saigon di Wilma LABATE

Friedkin Uncut di Francesco ZIPPEL

L’arte viva di Julian Schnabel            di Pappi CORSICATO

La strada dei Samouni di Stefano SAVONA

Santiago, Italia di Nanni MORETTI

 

MIGLIOR FILM STRANIERO

Bohemian Rapsody   di Dexter Fletcher, Bryan Singer

Cold War di Pawel Pawlikowski

Il filo nascosto  di Paul Thomas Anderson

Roma di Alfonso Cuarón

Tre manifesti a Ebbing, Missouri di Martin McDonagh

 

 

L’apposita Giuria, composta dal presidente Andrea Piersanti, Giada Calabria, Leonardo Diberti, Paolo Fondato, Elisabetta Lodoli, Enrico Magrelli, Lamberto Mancini, Mario Mazzetti, Paolo Mereghetti comunica la cinquina del miglior cortometraggio.

 

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

Frontiera di Alessandro DI GREGORIO

Il nostro concerto di Francesco PIRAS

Im Bären di Lilian SASSANELLI

Magic Alps di Andrea BRUSA e Marco SCOTUZZI

Yousef di Mohamed HOSSAMELDIN

 

Il miglior cortometraggio Premio David di Donatello 2019 è: FRONTIERA di Alessandro Di Gregorio

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.