Compatibilità Google Pay estesa: aggiunte altre banche in Italia

Sempre più utenti potranno essere coinvolti nell'utilizzo di Google Pay: aggiunte nuove banche in Italia

Avrete di certo tutti sentito parlare di Google Pay, la piattaforma di pagamenti digitali di Big G, che di settimana in settimana vede espanso il proprio bacino di utenza per l’inclusione di nuovi istituti bancari in grado di abbracciarne il supporto. Negli USA sono milioni e milioni gli utenti ad usufruire con soddisfazione del servizio, mentre in Europa, ed in particolare in Italia, la situazione non è così rosea, ma in lenta espansione.

Il colosso di Mountain View sta lavorando per definire gli accordi con gli istituti bancari per adesso rimasti fuori, aggiungendo il supporto, in questi ultimi giorni, alle seguenti banche: Banco di Sardegna e Cassa di Risparmio di Bra e Cassa di Risparmio di Saluzzo (sono circa una dozzina adesso gli istituti bancari a supportare Google Pay nel nostro Paese, quindi non proprio pochissimi). In UK sono state di recente aggiunte due banche, per un totale di 32 istituti coinvolti nel progetto: N26 e Danske Bank, a riprova del fatto che la situazione resta di una certa rilevanza anche al di fuori dei confini nazionali. Lo stesso è accaduto in Spagna, con l’aggiunta di Pibank, Boon e Banco Pichincha. L’espansione proseguirà anche in Canada, Australia e Russia, per un supporto sempre più capillare.

Per chi non disponesse di un conto corrente, ma non avesse intenzione di rinunciare ai vantaggi di Google Pay, vi ricordiamo che dallo scorso 18 dicembre il servizio è disponibile anche per gli utilizzatori della carta prepagata Postepay Evolution, disponente di un codice IBAN per l’invio e la ricezione di bonifici bancari (manca, purtroppo, il supporto per la Postepay classica, che non è detto non arrivi nell’arco dei prossimi mesi).

Potrebbe essere questa la giusta soluzione per quelli che non intendono accollarsi le spese annuali che spesso implica l’apertura di un conto corrente bancario (anche se ne ce sono di gratuiti, o quasi, a particolari condizioni), pur avendo la Postepay Evolution un suo canone annuo, pari a 12 euro. Quanti di voi già utilizzano Google Pay? Fatecelo sapere lasciando un commento attraverso il box sottostante.

Lascia un commento: