Anticipa i tempi il Samsung Galaxy S7: aggiornamento del mese diffuso già il 18 febbraio

Novità abbastanza sorprendenti per iniziare il mese con il device commercializzato esattamente tre anni fa

12
CONDIVISIONI

Giornata importante quella che stiamo vivendo oggi 18 febbraio per tutti coloro che si ritrovano con un Samsung Galaxy S7, considerando il fatto che il produttore coreano ha iniziato a distribuire l’aggiornamento del mese per il device lanciato sul mercato poco meno di tre anni fa. A distanza di pochissimi giorni dall’ultimo punto della situazione per i dispositivi brandizzati 3, come avrete notato dal nostro articolo, tocca dunque andare avanti con la normale evoluzione software per questo popolare smartphone.

Secondo quanto riportato da una fonte affidabile come SamMobile, il nuovo aggiornamento per il Samsung Galaxy S7 risulta disponibile in Austria e nel Regno Unito, anche se al momento della pubblicazione del nostro articolo ho riscontrato il rilascio del link al download anche in Paesi come Finlandia e Romania. In attesa delle prime segnalazioni dei possessori del modello no brand in commercio in Italia, tramite la fonte possiamo raccogliere le prime notizie riguardanti il firmware in questione.

Poche centinaia di MB per l’aggiornamento G930FXXS4ESAE, con il changelog per i possessori di un Samsung Galaxy S7 che, almeno sulla carta, fa emergere una patch secondaria. Insomma, c’è la netta sensazione che siano stati fatti solo dei piccoli passi in termini di sicurezza, con cinque criticità più rilevanti che dovremmo metterci alle spalle, oltre ai soliti miglioramenti generici per quanto riguarda le prestazioni generali del device. Difficilmente, per intenderci, noteremo una maggiore durata della batteria una volta portato a termine il download.

Insomma, queste le premesse oggi 18 febbraio per chi dispone di un Samsung Galaxy S7, con la prospettiva di imbatterci nell’aggiornamento per i prodotti no brand in commercio in Italia nel giro di pochissime ore. Che idea vi siete fatti? Ci saranno sorprese extra per lo smartphone che ha esordito nel 2016? Diteci pure che ne pensate.

Commenti (3):

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.