Alla grande la batteria per Huawei P20 Pro con aggiornamento B195: EMUI 9 regge bene

Un'analisi sulla patch ad una settimana dal rilascio ufficiale del pacchetto software in Italia

9
CONDIVISIONI

Risulta essere in distribuzione da circa una settimana il nuovo aggiornamento B195 per gli utenti che sono in possesso di un Huawei P20 Pro. Si tratta a conti fatti della prima patch correttiva dopo l’esordio sul mercato di EMUI 9 a bordo del top di gamma 2018, ragion per cui c’erano e ci sono molte aspettative sugli effetti che il pacchetto software ha avuto. Come stanno le cose oggi 18 febbraio dopo le notizie preliminari condivise di recente? Proviamo a fare il punto della situazione.

Scendendo maggiormente in dettagli, è chiaro che tutti gli occhi siano finiti sulla durata della batteria, anche perché dopo l’arrivo di Android Pie non tutti si erano detti soddisfatti del proprio Huawei P20 Pro. Premesso che ancora oggi qualcuno tende a lamentarsi sotto questo punto di vista, direi che la situazione sia tutto sommato molto interessante per coloro che ci tengono all’autonomia del proprio smartphone. Soprattutto se confrontiamo alcuni dati con quelli di altri modelli che hanno ricevuto Android Pie.

Un esempio? Andando oltre qualche eccezione positiva e negativa, con Huawei P20 Pro ed il suo aggiornamento B195 potrete tranquillamente raggiungere 6 ore e mezza di display. Davvero niente male, soprattutto se consideriamo i timori che nelle prime settimane del 2019 avevano accompagnato il rilascio di Android Pie. Inutile dire che qualche piccolo passo in avanti sia stato fatto anche in termini di prestazioni generali per questo modello, ma è la batteria a far emergere i riscontri più apprezzabili.

Staremo a vedere se nel corso dei prossimi giorni il trend cambierà, oppure se resteremo su valori stabili e tutto sommato accettabili per il pubblico che in questi mesi ha deciso di puntare su Huawei P20 Pro, a maggior ragione dopo l’arrivo sulla scenda dell’aggiornamento con Android Pie ed EMUI 9.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.