Emma Marrone intima all’Essere Qui Tour a Reggio Calabria tra porti aperti, proposte di nozze e il ricordo di Sissy Trovato (Video)

Una serata intensa con due ore di musica intervallate dai brividi nel ricordo di Sissy Trovato e una proposta di matrimonio che ha interrotto il concerto di Emma Marrone a Reggio Calabria

80
CONDIVISIONI

Emma Marrone è tornata a Reggio Calabria e al Palacalafiore lasciando a casa fronzoli e diavoli e regalandosi al pubblico in maniera intima all’Essere Qui Tour. Nessun colpo di scena e niente escamotage per colpire i presenti al concerto di ieri sera, questa volta alla bella salentina bastano la sua voce straordinaria, la sua band e la chitarra che spesso imbraccia sedendo in mezzo al pubblico per una versione personale e intima delle sue canzoni, anche quelle più famose.

L’ora di inizio slitta un po’ e ci vogliano le 21.30 per uno dei momenti topici delle performance dal vivo. Le luci si spengono, il silenzio cala nel palazzetto e gli occhi (e le telecamere degli smartphone) sono puntati sul palco in attesa di scorgere Emma Marrone.

Lei arriva, mesta, dall’entrata laterale del palco e si piazza in batteria scaldando il pubblico e incitandolo a tenere il ritmo con le mani fino a quando il momento puramente strumentale finisce, lei prende in mano il suo microfono e tira fuori la voce e la grinta di sempre per il suo “Effetto domino“.

Parte da qui l’emozionante cavalcata alla scoperta (o riscoperta) di nuove e vecchie canzoni che hanno reso Emma Marrone quella che è oggi e il pubblico apprezza, urla, batte le mani e canta mentre lei ringrazia di continuo per questa “energia magnifica”, questo affetto e le tante mani che ha stretto in questi anni e che continua a stringere.

Al termine di un momento ‘intimo’ con microfono e sgabello, Emma Marrone si alza e va via per il suo cambio d’abito ma ecco la sorpresa. Al piano di sopra, dietro quello che sembra un paravento studiato ad hoc con luci e colori, la salentina lancia la sensuale novità ovvero il cambio d’abito davanti agli occhi di tutti i suoi fan che urlano felici di questo sexy ‘vedo-non vedo’.

Il resto è un totale di due ore di musica intervallate da momenti “sociali” e impegnati a cominciare dal grido “Porti aperti” e finendo alla struggente dedica a Sissy Trovato per la quale intona una commovente e sentita “Sarò libera“. Tutti conoscono la storia della reggina morta il 13 gennaio scorso ma, soprattutto, i suoi fan sanno bene che Emma Marrone le ha fatto visita quando ancora lei era in coma e in quell’occasione ha incontrato la mamma e la sorella che ieri sedevano in mezzo al pubblico reggino. A loro è andata la dedica di Emma Marrone:

“Voglio dedicare questa canzone ad una guerriera. Una giovane molto coraggiosa, forse troppo. Pensava di poter cambiare il mondo con la sua verità, con la sua battaglia personale. Questa è una storia in cui tutti abbiamo fallito perché lei non ce l’ha fatta. Sto parlando di Sissy Trovato Mazza a cui ho avuto il piacere di stringerle la mano. […] Dedico questa canzone alla sua famiglia che è qui, a sua mamma, a sua sorella, che sono due rocce, due donne incredibili. Vi ringrazio di essere venute perché per me è un grandissimo onore e spero che un giorno troverete la forza di dimenticare tutto questo dolore e ricordare solo la bellezza di Sissy…”

Il pubblico applaude prima e dopo in rispettoso silenzio e sulle note di Sarò Libera l’emozione è palpabile sia tra i fan che nella stessa Emma Marrone che guarda al cielo, si stringe forte e alla fine chiude con un ciao Sissy che ha fatto vibrare il cuore di tutti. Ecco la fotogallery del concerto:

Ma questo non è l’unico momento di nota perché nel bel mezzo del concerto Emma Marrone ferma la musica e chiama i soccorsi ma in realtà non è una persona che si è sentita male quella che alza in alto la mano ma è il protagonista di una proposta di matrimonio. Non siamo all’Arena di Verona e non erano i Ferragnez i protagonisti ma un ragazzo ha colto l’occasione del concerto per chiedere in sposa la sua amata che ha detto sì tra gli applausi del pubblico e della cantante che può finalmente tirare un sospiro di sollievo non senza un divertente siparietto. Ecco il video del momento:

Proposte…

Pubblicato da Piera Scalise su Domenica 17 febbraio 2019

Dopo un ulteriore cambio look, il terzo e ultimo, Emma Marrone si presenta con lunghi stivali di pelle e abito stretto in totale black per una carrellata di storiche canzoni da un medley  di Cercavo amore / La mia città a Il paradiso non esiste e brani più nuovi che hanno chiuso di fatto il concerto. Emma Marrone saluta e va via insieme ai membri della band ma poi, a grande richiesta, torna indietro e si lancia in un’ultima canzone, “Inutile Canzone”.

Lascia un commento: