Marce ingranate per Xiaomi Mi 8 Lite: Android Pie beta sulla Global Version

Non ha nulla da invidiare ai suoi colleghi più blasonati lo Xiaomi Mi 8 Lite, che si ritrova anch'esso con Android Pie beta

11
CONDIVISIONI

Ci sono buone notizie per lo Xiaomi Mi 8 Lite, la versione economica dell’attuale top di gamma del brand cinese, anche se ancora per poco (non è passata neanche un’ora da che vi abbiamo raccontato della presentazione dello Xiaomi Mi9, fissata per il 20 febbraio, nella stessa giornata dedicata ai Galaxy S10). Prima di andare in vacanza per il capodanno cinese, il team di sviluppo aveva fatto sapere ci sarebbe stato un importante aggiornamento per la versione globale del dispositivo, che ricordiamo aver già ricevuto localmente Android 9.0 Pie.

Ebbene, anche se in versione ufficiosa attraverso la build ‘MIUI 9.2.11 Global Beta Closed‘, il momento preannunciato potrebbe essere arrivato, vista la disponibilità di un nuovo pacchetto dal peso complessivo pari a 1.7GB (non vediamo proprio cosa potrebbe essere se non Android 9.0 Pie). Riceveranno il firmware tutti gli iscritti al programma beta, dopo di che la distribuzione sarà estesa al pubblico sotto forma di iterazione finale, sempre che gli iscritti non segnalino anomalie di una certa entità, che possano obbligare gli sviluppatori a rivedere un po’ la situazione. Facciamo presente che l’aggiornamento non ha integrato patch di sicurezza più recenti (quelle incluse portano la data di gennaio 2019).

Purtroppo dobbiamo portare alla vostra attenzione l’assenza di una delle funzionalità più attese, la Super Night Scene, che i dirigenti avevano annunciato negli scorsi giorni per lo Xiaomi Mi 8 Lite, e che ci aspettavamo potesse già essere integrata in questa beta (evidentemente il team di sviluppo aspetterà la versione pubblica per includerla, quindi non serve disperare, anche perché è un’opzione che lo stesso produttore cinese ha promesso ai possessori dello Xiaomi Mi 8 Lite, non vediamo proprio perché ritrattare). Se tutto va bene, aspettiamoci che la release pubblica basata su Android 9.0 Pie arrivi nel giro di poco tempo a bordo dei dispositivi abilitati, naturalmente in versione finale.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.