Alessandro Borghi promosso e Il Primo Re diventa una serie tv: il protagonista di Suburra ci sarà?

Il Primo Re diventerà una serie tv, ma Alessandro Borghi ci sarà?

218
CONDIVISIONI

Alessandro Borghi è stato promosso da tutti coloro che sono andati al cinema a vedere Il Primo Re e che hanno trovato sublime la sua interpretazione. A pochi giorni dall’arrivo della prima stagione di Suburra su Rai2 e della seconda su Netflix con gli episodi ancora inediti, arriva una notizia che riguarda proprio Borghi e non solo visto che Il Primo Re diventerà una serie tv a tutti gli effetti.

A confermare la notizia è Badtaste.it che racconta di un incontro tra Cattleya e Groenlandia sul set del film come primo indizio di quella che ormai è diventata una notizia ufficiale ovvero che la società che ha prodotto il Primo Re e quella che ha firmato, tra le altre, Gomorra e Romanzo Criminale, hanno deciso di rendere seriale la storia della nascita di Roma.

I dettagli sul progetto non sono ancora tanti ma sembra proprio che il titolo della serie dovrebbe essere Romulus e questo già potrebbe essere un indizio su chi sarà il protagonista e su chi, molto probabilmente non ci sarà. Cattleya sembra voler puntare su volti poco noti o sconosciuti come spesso fa nelle sue serie e questo sembra confermare il fatto che Alessandro Borghi non ci sarà come non dovrebbe esserci il suo collega di set Alessio Lapice.

Lo stesso Riccardo Tozzi a Badtaste.it ha raccontato: “Il mondo sarà quello de Il Primo Re ma non racconteremo la storia del film ma i presupposti della fondazione di Roma, un arco che potrebbe dare corso a più stagioni in periodi diversi“. La prima stagione della serie potrebbe essere prodotta nei prossimi mesi ma sembra proprio che la messa in onda sia prevista nel 2021.

Altra particolarità potrebbe essere la lingua visto che nel film è stata il latino: “Stiamo valutando la possibilità di girarla tutta in quella lingua o magari ci saranno due versioni, una sottotitolata e una doppiata”. Al momento non ci sono nemmeno notizie sulla rete che manderà in onda la serie o se toccherà magari a Netflix o Sky.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.