La Porta Rossa 3 ci sarà? Lino Guanciale: “Aspettiamo la seconda stagione, ma a un certo punto…” (foto)

Alla vigilia dell'arrivo della seconda stagione su Rai2, si pensa già a La Porta Rossa 3: ecco le dichiarazioni raccolte dal cast e dagli autori in conferenza stampa.

99
CONDIVISIONI

Alla vigilia del debutto della seconda stagione, si pensa già a La Porta Rossa 3. Se il primo ciclo di episodi aveva il tema delle seconde possibilità – che veniva data anche a Cagliostro per riscattare i suoi errori – la nuova stagione si focalizza sui legami e sul cosa vuol dire amare una persona (anche a costo di lasciarla andare).

Il “lasciare andare” è anche uno dei problemi di questa serie, che a detta di Rai Fiction, crea dipendenza. Per questo motivo, gli autori hanno candidamente svelato, nel corso della conferenza stampa di presentazione, di voler realizzare La Porta Rossa 3 (se Carlo Lucarelli, ideatore e scrittore della serie, acconsentirà).

Tornando a La Porta Rossa 2, cast e autori hanno parlato degli elementi di continuità tra prima e seconda stagione che restano le riprese notturne, la pioggia e la location che esorta il punto di vista di Cagliostro (l’Ursus). Gabriella Pession ha parlato della maturazione di Anna Mayer:

“Per quanto riguarda me come attrice ha significato un momento artistico particolare per me. Il primo anno questo personaggio alle prese con l’elaborazione del lutto che colpisce ognuno di noi in maniera vibrante e unica. In questo secondo anno nascerà una bimba di nome Vanessa e insieme agli autori abbiamo approfondire rapporto di una mamma con figlia. Tema della maternità non stereotipata. Lei donna di legge dovrà andare contro la legge. Verrà accusata in maniera ingiusta e dovrà difendersi da sola.”

Lino Guanciale si è soffermato sul perché Cagliostro non riesce ancora a oltrepassare la porta rossa, che separa il mondo dei vivi da quello dei morti:

“Quello che lo fa restare in parte si scoprirà in questa stagione. Al di là degli affetti credo ci sia un dato che a me piace ci sia, ed è la curiosità del detective: la voglia di scoprire cosa c’è dietro.”

La parola è poi passata a Valentina Romani, altra protagonista de La Porta Rossa, che ha anticipato:

“Troveremo una Vanessa molto più grande e consapevole del potere che ha. Qui troviamo una ragazza affamata di sapere, di conoscere i limiti della propria identità. Adesso che ha questo potere, la questione è come gestire i rapporti con sua madre, sua zia, Filip e Cagliostro.

In conferenza stampa, Eleonora Andreatta di Rai Fiction ha confermato di nuovo la forte volontà di proseguire con la storia, poiché la seconda stagione non chiude tutti gli interrogativi. E poi ha rilanciato: “Lucarelli si è guadagnato una riunione questa settimana”.

E Lino Guanciale sarà disposto a fare uno strappo alla regola delle due stagioni?

“Adesso è prematuro. Dobbiamo capire il capo che ne pensa. Detto questo, si parla di speranze e aspettative. Terreno fertile ce n’è e io guardo sempre con grande attenzione se continuare o no. Per farne una terza deve proprio valerne molto la pena.”

Ora manca solo l’ufficialità de La Porta Rossa 3.

Lascia un commento: