Il vincitore del Festival di Sanremo anticipato sul web, le percentuali sbagliate in diretta e i conti che non tornano

Il problema non è il regolamento ma qualche postilla nel calcolo delle percentuali.

431
CONDIVISIONI

PRIMA QUESTIONE
In redazione è arrivato uno screenshot da cui si evince chiaramente che alle ore 1.00 del 10 febbraio, Wikipedia aveva già creato la pagina su Mahmood, vincitore del Festival di Sanremo 2019. Su Wikipedia si leggeva già: “Nel 2019 vince il Festival di Sanremo con il brano Soldi”, alle ore 1.00 del 10 febbraio.

La chiusura del televoto, come si evince dalla comunicazione Rai, è invece avvenuta alle ore 1.17 del 10 febbraio. Come è possibile che il nome del vincitore sia stato annunciato prima del termine della votazione? 

SECONDA QUESTIONE
C’è un’altra cosa che non torna nel calcolo dei voti della serata finale: la percentuale del televoto. In diretta TV vengono mostrate le percentuali di televoto seguenti:

ULTIMO: 46,5%
IL VOLO: 39,4%
MAHMOOD: 14,1%

televoto sanremo

Queste percentuali non vengono riportate nel documento Rai che ricapitola i voti della serata finale e di quelle precedenti. Le percentuali del televoto dichiarate nel documento Rai per la seconda fase (sfida a tre) sono le seguenti:
ULTIMO: 48,80%
DIFFERENZA RISPETTO ALLE PERCENTUALI DI VOTO IN DIRETTA TV: +2,3%

IL VOLO: 30,26%
DIFFERENZA RISPETTO ALLE PERCENTUALI DI VOTO IN DIRETTA TV: +9,14%

MAHMOOD: 20,95%
DIFFERENZA RISPETTO ALLE PERCENTUALI DI VOTO IN DIRETTA TV: +6,85%

Il dato è discordante. Perché?

TERZA QUESTIONE
E per finire una riflessione sul posizionamento di Mahmood, Ultimo e Il Volo nelle classifiche delle tre giurie nella seconda fase della serata e la media che ne deriva, facendo esclusivo riferimento alle posizioni nelle tre classifiche (televoto, sala stampa, giuria d’onore).

ULTIMO è 1° per il televoto e 2° per la giuria d’onore e per la sala stampa. Il televoto pesa per il 50%, la giuria d’onore + sala stampa pesano per il restante 50%.
Per il 50% Ultimo è 1° (televoto), per il 50% Ultimo è 2° (sala stampa e giuria d’onore).
Ultimo avrebbe dovuto occupare un posto a metà tra il primo ed il secondo gradino del podio, con una media delle posizioni in classifica di 1,5.

MAHMOOD è 3° per il televoto e 1° per la giuria d’onore e per la sala stampa.
Per il 50% Mahmood è 3° (televoto), per il 50% Mahmood è 1° (sala stampa e giuria d’onore).
La media tra le due posizioni in classifica qui viene 2. Mahmood avrebbe dovuto quindi occupare il secondo gradino del podio.

La differenza tra Mahmood e Ultimo è la seguente: entrambi risultano essere primi per il 50% degli aventi diritto al voto (Mahmood è primo per la giuria stampa e per la giuria d’onore, che insieme contano il 50%; Ultimo è primo per il televoto che conta per il 50%), per il restante 50% Mahmood è 3° in classifica (terza posizione per il televoto), mentre Ultimo è 2° in classifica (giuria stampa + giura d’onore). A cosa si deve, dunque, il sorpasso di Mahmood? Evidentemente al calcolo percentuale sul quale ci auguriamo di poter ricevere chiarimenti. A scanso di equivoci, nella prima fase di voto Ultimo era 1° quindi il sorpasso è evidentemente avvenuto nella seconda fase di voto di cui sopra.

IL VOLO è 2° per il televoto e 3° per la giuria d’onore e per la sala stampa e risulta, giustamente terzo, con una media delle posizioni in classifica di 2,5.
Sì, lo sappiamo che non è la media delle posizioni in classifica a determinare il risultato finale, è una riflessione alla buona che prescinde dal dato matematico.

Lascia un commento: