Michael B. Jordan: buon compleanno alla star di Black Panther e Creed

Nato il 8 febbraio 1987, l'attore, divenuto famoso per aver interpretato Adonis Creed e Killmonger, è una delle nuove promesse del cinema.

2
CONDIVISIONI

Tra i nomi stellati di Hollywood oggi non può che risaltare quello di Michael B. Jordan.  Nato proprio il 9 febbraio 1987 a Santa Ana, in California, Michael B. Jordan sta conquistando le pagine dei maggiori siti e testate dedicate al mondo del cinema, diventando uno degli attori più quotati del momento. In fondo il suo era un destino già scritto nel suo secondo nome: Bakari, termine che in swahili significa “nobile promessa”, proprio quello che Michael B. Jordan è oggi per il mondo del cinema.

Protagonista dei due film di Creed, antagonista di re T’Challa in Black Panther, Michael B. Jordan ne ha fatta di strada nei suoi 20 anni di carriera. Dal 1999, anno del suo debutto cinematografico  in Black & White  di James Toback, Michael B. Jordan ha dimostrato film dopo film di essere un attore non di poco conto, passando da Hardball, film del 2001 con Keanu Reeves, a Red Tails del 2012 e Chronicle, fino ad arrivare a Prossima fermata Fruitvale Station, nel quale si racconta la storia vera di Oscar Grant, adolescente ucciso dalla polizia nel 2009. Proprio il suo ruolo di protagonista in questo film gli ha permesso di ottenere l’attenzione del pubblico e della critica nel 2014, che gli ha conferito diversi riconoscimenti, tra i quali un National Board of Review Awards ed una candidatura come miglior attore agli Independent Spirit Awards.

Michael B. Jordan: il ruolo in Creed

Il giro di boa nella sua carriera però si ha nel 2015, quando viene scelto per essere il protagonista di Creed- Nato per combattere, settima pellicola della saga di Rocky. Il film, nel quale Michael B. Jordan interpreta Adonis Creed, figlio di Apollo Creed, permette finalmente al mondo di conoscere l’attore per quello che è: un ragazzo che si contraddistingue per il duro lavoro ed una preparazione tecnica non indifferente, frutto anche dell’esperienza fatta su set di serie TV come I Soprano e The Wire.

In Creed- Nato per combattere vediamo un Michael B. Jordan magistrale, che si allena e combatte in prima persona non solo nella finzione della scena, ma nella realtà: l’attore infatti non ha voluto nessuna controfigura per girare il film, elemento che ha permesso di dare quel tocco in più al film ed alla sua performance, tanto da permettergli di conquistare diverse nomination come miglior attore protagonista  in diversi eventi, tra i quali citiamo gli MTV Movie Awards, i National Society of Film Critics, e gli Empire Awards.

Un successo colossale, che porta Creed  ad essere inserito al 22° posto nella lista delle migliori sceneggiature del XXI secolo secondo indiewire.com, e che conduce Michael B. Jordan verso ruoli sempre più conosciuti e desiderati. Dall’ interpretazione della Torcia Umana in I fantastici 4, risultato poi un flop, l’attore passa a vestire i panni di Killmonger in Black Panther, in cui interpreta il cugino dell’erede al trono di Wakanda.

Oggi, mentre noi festeggiamo il suo compleanno, Michael B. Jordan ha chiuso il suo cerchio personale, riportando in scena il personaggio di Adonis Creed in Creed II, ed intanto, come riportato dal The Hollywood Reporter, si prepara a far parte del mondo di Amazon, grazie ad un accordo tra quest’ultima e la Outlier Society, società dello stesso attore.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.